Segni dei tempi [satanici]. Secondo atto

    285

    7,65Dopo le altre belle notizie dal nostro bel mondo, ne arriva un’altra, fresca fresca, da Monza, dove un anziano ha ucciso il proprio figlio perche’ continuamente maltrattato da questo, scaricandogli addosso l’intero caricatore della sua pistola.

    (ANSA) – MONZA, 25 NOV – Stanco delle violenze che insieme alla moglie subiva dal figlio psicolabile, un uomo di 57 anni di Monza ha sparato al giovane, uccidendolo. Flavio Francesco Vescovino ha scaricato l’intero caricatore della sua pistola calibro 7,65 contro il figlio Gabriele, poi ha chiamato il 113 e si e’ costituito. L’omicida e’ un bancario in pensione e viveva con la moglie e il figlio, da poco rientrato dagli Usa dove si era trasferito a lavorare. Il ragazzo spesso sfogava la sua rabbia con i genitori