Fair play e moralita’

    920

    E come al solito il rugby impartisce lezioni morali e di sportività. Dopo il gesto dei giocatori fiorentini, il mondo politico e calcistico (dalla Lega alla Meandri) si è mobilitato per inserire al termine delle partite il cosiddetto “terzo tempo”, caratteristico del Rugby, momento nel quale la squadra di casa si incontra con l’avversario al termine dell’incontro. Si cerca di recuperare il calcio e il suo mondo dal baratro nel quale è caduto guardando agli aspetti che nel rugby sono i più elementari ma anche più basilari; aspetti che non sarebbero stati contemplati da nessuno prima del gesto del team toscano e che tutti ora cavalcano, tra politicamente corretto e “fair play” scordandosi del passato e dei pochi insegnamenti di sportività e di rispetto che possono dare questi industriali del pallone.

    Milano, 3 dic. (Adnkronos) – Il ‘terzo tempo’ lanciato ieri dalla Fiorentina diventerà da gennaio, alla ripresa del campionato, una regola fissa su tutti i campi di serie A e B. Lo ha deciso oggi la Lega calcio che predisporrà per la prossima riunione, convocata per il 13 dicembre prossimo, un cerimoniale in questo senso per sottoporlo all’approvazione delle società.

    La conferma è arrivata anche dal presidente della Lega, Antonio Matarrese: “Ho apprezzato personalmente l’iniziativa della Fiorentina alla quale ho fatto i complimenti e oggi ho portato in Consiglio la proposta”. Ieri, allo stadio ‘Franchi’ è stato organizzato una sorta di terzo tempo rugbistico: i viola hanno atteso i nerazzurri all’uscita dal campo e si sono congratulati con gli avversari, vittoriosi per 2-0 nel big match della giornata.

    ”L’iniziativa promossa dalla Fiorentina di sperimentare il ‘terzo tempo’ al termine del confronto con l’Inter è un atto di fair play bello e apprezzabile, mutuato da altri sport da moltiplicare e, se possibile, rendere permanente”, ha osservato il ministro per le Politiche Giovanili e le Attività Sportive Giovanna Melandri.

    Aveva già espresso il suo apprezzamento anche Giancarlo Abete, presidente della Figc: ”Ho visto grande rispetto durante il minuto di raccoglimento, durante la partita e anche alla fine del match. E’ la dimostrazione che il calcio può dare anche risposte di qualità, ben venga il terzo tempo”.

    Fonte:Adnkronos