E ti pareva

84

L’Unione europea, come volevasi dimostrare, autorizza i primi due vaccini contro la pericolosissima influenza A. Che, ricordiamolo, fa meno morti dell’influenza normale.

Due nuovi provvedimenti dovrebbero arrivare sul tavolo dell’unità di crisi istituita al ministero del Welfare per la gestione dell’emergenza legata all’influenza A: un’ordinanza sulle linee guida della campagna vaccinale da destinare alle regioni ed una circolare relativa al trattamento dei casi più gravi. Ad annunciarlo, alla vigilia dell’incontro settimanale dell’unità di crisi, è stato il viceministro alla Salute Ferruccio Fazio. Intanto, la Commissione europea ha oggi autorizzato i primi due vaccini contro il virus A/H1N1 della nuova influenza.

LINEE GUIDA VACCINI A REGIONI E CIRCOLARE SU CASI GRAVI: In arrivo al massimo domani, ha annunciato Fazio, una nuova ordinanza sulle linee guida della campagna vaccinale contro l’influenza A da destinare alle regioni. Questa ordinanza, ha spiegato il viceministro, “sostituisce le precedenti e contiene ulteriori chiarimenti da parte dell’Istituto superiore di sanità”. E, sempre entro domani arriverà, da parte del ministero del Welfare, anche la circolare sui casi gravi di polmonite. Il provvedimento che riguarda invece i medici di famiglia, con indicazioni anche circa i consulti telefonici con i pazienti, ha detto Fazio, “dovrebbe arrivare entro 2-3 giorni”.

CO-VACCINAZIONI INFLUENZA STAGIONALE ED INFLUENZA A: Riguardo alla possibilità di effettuare la co-vaccinazione, Fazio ha ricordato che il Consiglio superiore di sanità ha recentemente dato un parere positivo ed ha spiegato che “l’unica avvertenza é quella di farla in arti separati, volendo anche contemporaneamente. In ogni caso – ha detto – questo tema sarà oggetto dell’ordinanza”.

COMMISSIONE UE AUTORIZZA DUE VACCINI: La Commissione Ue ha autorizzato oggi i primi due vaccini contro l’influenza A. Il via libera di Bruxelles riguarda due farmaci, il Focetria (Novartis) ed il Pandemrix (GlaxoSmithKline), su cui si è pronunciata favorevolmente anche l’agenzia Ue per i farmaci. L’utilizzo dei vaccini “sarà autorizzato in tutti gli Stati membri più Islanda, Liechtenstein e Norvegia. In questo modo – si sottolinea in un comunicato della commissione Ue – dovremmo assicurare che sarà disponibile una quantità sufficiente di vaccini prima dell’inizio della stagione dell’influenza, riducendo così il rischio di malattia e morte dei cittadini europei”. L’autorizzazione è valida a partire dal 1 ottobre.

FAZIO, MA MOLTI PAESI POVERI SENZA VACCINI: A livello mondiale “l’orientamento”, prima di mandare le eventuali scorte eccedenti di vaccini contro l’influenza A nelle farmacie dei singoli paesi, ha sottolineato Fazio, “é assicurarsi che tutto il Terzo mondo ne possa avere, perché al momento ci sono molti paesi che sono senza. Credo – ha annunciato – che di questo si discuterà anche nella riunione straordinaria dei ministri della Salute dell’Unione europea che si terrà il 12 ottobre in Lussemburgo”.

Fonte: ansa.it