Verità supposte

792

Tentano ancora di farci passare per il vangelo secondo Darwin la teoria evoluzionista, sorvolando – tra l’altro – sul fatto che matematicamente questa teoria non trova alcuna conferma, conferma d’altronde impossibile da ottenere finché l’origine della vita sulla terra non sia del tutto scientificamente chiara. Ma neanche questo ci dicono. Sembra, a leggere i testi scolastici ed a sentire la vulgata giornalistica, che dal big bang in poi del nostro pianeta si sappia proprio tutto, che le fasi che hanno portato alla vita umana ma, ancor prima, alla vita di molti altri organismi, siano state pienamente spiegate dalla scienza e, soprattutto, dimostrate. Ma non è così: teniamolo a mente. Quasi mensilmente, infatti, vengono fuori notizie circa ritrovamenti e ricerche che mettono in discussione le teorie accumulate, a volte date per certe. Il punto è che, così come su pochi e male interpretati elementi è stata messa su l’evoluzione della specie, allo stesso modo su ipotesi e calcoli ancora incerti poggiano gli studi sulle origini del pianeta Terra e della vita. Sembrerà una sconfitta della scienza, a noi invece sembra una vittoria della natura sulla ubrys di un uomo, moderno e scientista per fede, che però rimane ancora troppo piccolo rispetto ai misteri che lo circondano. Di appena un mese fa l’ultimo intoppo: alcuni fossili 7 volte più grandi rispetto agli altri osservati e risalenti alla stessa epoca. Fossili “fuori posto” che fanno vacillare la teoria della transizione biotica. Alla prossima eresia…!