Il coraggio di un padre

47

Possono provare a disintegrare il valore della famiglia, a rendere l’uomo un verme lobotomizzato, a convincerci che veniamo dalle scimmie. Ma certi valori sono eterni e nulla potrà mai scalfirli: come il coraggio di un padre che dona la sua vita per salvare il figlio che sta annegando. Senza ricercare l’emozione-a-tutti-i-costi, questa è una notizia che deve far riflettere. Omnia vincit amor!

Tragedia poco dopo mezzogiorno sulla spiaggia di Vasto Marina. Antonio Lancianese, avvocato di 53 anni di Foggia, ha perso la vita: è riuscito a salvare il figlio 12enne che annaspava e rischiava di annegare nel mare (mosso e con forti correnti dopo il peggioramento delle condizioni del tempo delle ultime ore) ma lui non ce l’ha fatta. Dopo essere riuscito a portare a riva il ragazzo, il 53enne si è sentito male, inutili i soccorsi dei medici del 118. Il minorenne è stato trasportato all’ospedale con l’ambulanza per le cure del caso. Sotto choc la moglie di Lancianese, Maria Giuseppina Schiavone, 54 anni, insegnante, che stava trascorrendo la domenica con parte della famiglia a Vasto.

http://www.corriere.it/cronache/11_giugno_26/vasto-annega-per-salvare-figlio_296ead32-9ff7-11e0-9ac0-9a48d7d7ce31.shtml