BUTTAFUOCO RICORDA ERRA

322

Pietrangelo Buttafuoco

da Il Foglio di venerdì 23 settembre 2011

È morto Enzo Erra. Classe 1926, fu uno della generazione dei giovani fascisti del Dopoguerra. In un caffè del Gianicolo, a Roma, incontrò il gruppo di Massimo Scaligero. Fu attraverso loro che conobbe anche Julius Evola. Approfondì la vita di Rudolf Steiner e quando, politicamente, ruppe con Ordine nuovo e il Movimento sociale italiano, si ritagliò uno spazio giornalistico come notista politica de La Notte, il quotidiano milanese diretto da Nino Nutrizio. Nel 1986, dopo trenta anni, ebbe riconsegnata la tessera del Msi da Giorgio Almirante che si divertiva nel dire “Erra, erra!”. Insieme a Cesco Giulio Baghino e Pino Rauti, a Fiuggi, non aderì ad Alleanza nazionale. Così facendo, non errò.