Noi la “crisi”… Ce la mangiamo! – recensione

60

Con la serata di sabato 21 gennaio, la Comunità militante di Raido, ha inaugurato una serie di iniziative, che porterà avanti nell’arco dei prossimi mesi, all’insegna del gusto, dell’allegria e della spensieratezza anche per contrastare fattivamente la pesante e negativa atmosfera che il mondo moderno sta imponendo, attraverso un bombardamento continuo di messaggi catastrofici e demoralizzanti sul cosiddetto “tempo di crisi”. Si vive, infatti, un momento difficile, è vero, ma non per questo bisogna restare passivi e subire: questo è stato lo spirito con il quale è nata questa iniziativa.

Sono stati questi i presupposti con i quali si è organizzata una cena alla riscoperta di sapori semplici della nostra tradizione, di cibi naturali provenienti dalla nostra terra e prodotti dai nostri agricoltori, in contrasto con i cibi “spazzatura” provenienti in dose massiccia da industrie di paesi esteri, che danneggiano fortemente il mercato locale e il ricco patrimonio alimentare italiano. Il tutto è stato organizzato prestando la massima attenzione ai costi delle materie prime, privilegiando prevalentemente prodotti di stagione e provenienti da agricoltori laziali.

La serata, all’insegna della solidarietà, della semplicità e dello spirito comunitario ha avuto un positivo riscontro da parte dei molti presenti, una cinquantina in tutto, che hanno appoggiato e “assaporato” l’iniziativa con grande entusiasmo. Si è voluto dare un tributo a cibi genuini, semplici e poveri, come ad esempio zucca e patate, creando piatti saporiti, facili da preparare e soprattutto in grado di soddisfare tutti i gusti nel rispetto delle ricette tradizionali. Il tutto contornato dall’arancia, uno dei frutti tipici della stagione invernale, scelto proprio come materia prima simbolo, che ha accompagnato quasi tutte le portate del menu, rallegrando la tavola col suo colore vivo e brillante.

Un evento diverso ma sicuramente non unico e una serata riuscita con successo anche con il prezioso contributo del cuib femminile che ha curato tutta la parte culinaria con semplicità, spirito collaborativo e un pizzico di fantasia. Ingredienti necessari per la buona riuscita di un’iniziativa semplice e gioiosa, e per questo all’insegna della Tradizione.