Gabbie invisibili (ma neanche troppo)

166

Eravamo abituati all’occhio indiscreto delle telecamere. Ma da oggi, dovremmo abituarci ad una presenza decisamente più invasiva: la voce perentoria di chi, dall’altra parte dell’obiettivo, ci dirà cosa non dobbiamo fare. Non è uno scherzo, nè il remake del film ispirato al celebre “1984” di Orwell, ma la nuova trovata di una cittadina veneta.

Sicurezza, arriva il Grande Fratello
Altoparlanti contro i vandali. Bitonci: «Telecamere e messaggi audio in tempo reale»

CITTADELLA (Padova) – La voce degli altoparlanti, oltre all’occhio implacabile delle telecamere, per garantire la sicurezza dei cittadini e ammonire in tempo reale chi commette violazioni. Accade a Cittadella (Padova), per iniziativa del sindaco e parlamentare della Lega Massimo Bitonci. L’amministrazione municipale sta infatti progettando di mettere in atto una sorta di «grande fratello» multisensoriale, grazie al posizionamento di un sistema integrato di telecamere con collegamento ad altoparlante, in grado di ammonire in tempo reale eventuali trasgressori ai regolamenti comunali e per la tutela della sicurezza pubblica nel territorio comunale.

«Dopo il potenziamento della Centrale Operativa di Polizia Locale, con l’installazione di 42 telecamere nel centro storico, nei borghi e nelle frazioni – spiega Bitonci – stiamo mettendo a punto un innovativo sistema di controllo del territorio, in grado di interagire in tempo reale con il cittadino-utente che dovesse commettere qualche violazione al regolamento di igiene o di sicurezza della città». Con altoparlanti collocati nelle immediata vicinanza delle telecamere, un agente di polizia locale che dalla centrale operativa dovesse assistere, ad esempio, all’imbrattamento dei muri con vernice spray, o alla lordura del suolo, potrà «ammonire» il trasgressore avvisandolo di aver notato il vandalismo, ed invitandolo a desistere dal comportamento scorretto e a ripulire il suolo o a ripristinare il luogo danneggiato. «Diventa dunque sempre più importante il ruolo della Centrale Operativa della Polizia Locale – sottolinea Bitonci – che, attraverso questi nuovi e moderni sistemi informatici audio-video-sonoro, garantiscono maggiore sicurezza ed un controllo più capillare del territorio, a maggiore tutela della sicurezza dei cittadini e dell’intero territorio comunale».

Fonte: Ansa