Novità librarie su Raido.it

73
novità librarie
ADOLF HITLER IL MIO AMICO DI GIOVENTÙ

Autore: August Kubizek

Anno: 2015

Pagine: 248

Il Libro: 

“Ma, proprio perché Kubizek ha il candore di scrivere come qualcuno che ama l’uomo Hitler, il suo racconto ha un valore documentario” (Der Spiegel, in occasione della prima edizione).

“Parla a favore dell’Autore il fatto che, sebbene gli sarebbe stato possibile, egli non ha mai tratto alcun vantaggio da quell’amicizia di gioventù” (Su?ddeutsche Zeitung).

Dall’interrogatorio di un ufficiale del Counter Intelligence Corps (CIC) ad August Kubizek, durante i sedici mesi trascorsi nel campo di prigionia di Glasenbach:

“Così eri un amico di Adolf Hitler. Che cosa ne hai ottenuto?”.

“Nulla”.

“Eppure hai ammesso di essere suo amico. Ti ha dato denaro?”.

“No”.

“Cibo?”.

“Nemmeno”.

“Una macchina, una casa?”.

“Nemmeno questo”.

“Ti ha presentato delle belle donne?”.

“No”.

“Vi siete mai incontrati, più tardi?”.

“Sì”.

“Lo vedevi spesso?”.

“A volte”.

“Come facevi a incontrarlo?”.

“Semplicemente mi recavo da lui”.

“Così eri con lui? Davvero? Molto vicino?”.

“Sì, abbastanza vicino”.

“Da solo?”.

“Da solo”.

“Senza alcuna guardia?”.

“Senza alcuna guardia”.

“Quindi avresti potuto ucciderlo”.

“Sì, avrei potuto”.

“E perché non lo hai ucciso?”

“Perché era mio amico”.

PER ACQUISTARE IL LIBRO CLICCA QUI!!

**************

DAL KAISERHOF ALLA CANCELLERIA DEL REICH

Autore: Goebbels Joseph

Anno: 2014

Pagine: 336

Il Libro: 

Germania, 1932. È l’anno decisivo per giungere al Machtergreifung del 30 gennaio 1933. La crisi economica è agli apici e la miseria è estrema. Il tasso di disoccupazione è prossimo al 30 per cento. L’instabilità politica e la litigiosità tra i partiti hanno raggiunto livelli di guardia. Il Sistema nato il 9 novembre del 1918 a Weimar ha ormai perso tutta la sua credibilità nei confronti della maggioranza dei tedeschi. Da due anni il governo Brüning si sta ostinando a governare a colpi di legislazione d’emergenza, facendo ricorso all’articolo 48 della Costituzione sui “poteri straordinari”, cercando una maggioranza parlamentare solida che escluda però socialdemocratici, comunisti e nazionalsocialisti. Ma invano. Il Paese si ritrova così sottoposto a una serie quasi ininterrotta di elezioni. Il 10 aprile, Adolf Hitler non riesce a venir eletto Presidente del Reich per soli sei milioni di voti di scarto al ballottaggio con Hindenburg, che riesce a essere riconfermato solo perché tutti i partiti si sono coalizzati contro i nazionalsocialisti. Il 14 aprile vengono messe al bando la SA e la SS, ma lo NSDAP consolida la propria posizione con una serie di successi nelle elezioni regionali nei vari Länder; finché il 12 maggio il generale Gröner, ministro della Difesa e degli Interni e principale responsabile dell’azione governativa contro i nazionalsocialisti, si dimette. Il 30 maggio, il Cancelliere Brüning si dimette, avendo perso la fiducia del Presidente Hindenburg, nonostante ne avesse appoggiato la rielezione. Il 1° giugno viene formato il gabinetto von Papen, che include il generale von Schleicher – un militare amico di Hindenburg – quale ministro della Difesa e un buon numero di Junker. Il 4 giugno viene sciolto il Reichstag e il 16 von Papen revoca il decreto di scioglimento della SA e della SS. Nelle elezioni di luglio per il Reichstag, lo NSDAP – che nelle elezioni del 1928 (dove si era presentato per la prima volta) aveva raccolto solo il 2,4 per cento dei suffragi – riesce a raggiungere il 37,2 per cento dei voti: è il primo partito. Ma il Reichstag viene nuovamente sciolto poiché non si trova una maggioranza. Alle elezioni del 6 novembre, lo NSDAP, pur restando primo partito, perde 34 seggi. Mentre si rafforza il KPD. Gli scontri tra nazionalsocialisti e comunisti si fanno sempre più duri e selvaggi e il 16 novembre von Papen è costretto a dimettersi, sostituito, il 2 dicembre, da von Schleicher. Il nuovo Cancelliere mira a creare una maggioranza al Reichstag che riunisca i sindacalisti di sinistra dei vari partiti, compresi quelli della NSDAP guidati da Gregor Strasser, numero due del Partito ed esponente dell’“ala sinistra”. Inizia così una pressante opera di “corteggiamento” nei confronti di Strasser, cui offre il vicecancellierato, nel tentativo di conquistarsi il maggior numero di esponenti dello NSDAP e nel contempo isolare Adolf Hitler. Ma Hitler si avvede della mossa e la argina: Strasser lascia il Partito a dicembre e fallisce l’intera manovra di von Schleicher. Che il 28 gennaio 1933 sarà costretto alle dimissioni, sfiduciato sia da destra che da sinistra. Il 30 gennaio, Adolf Hitler è cancelliere del Reich.

Tra gli artefici principali di questa ardua ma straordinaria conquista del potere vi è un uomo: Joseph Goebbels.

Questo libro è la storia di questa lotta e del successo conseguito dal Führer, da Goebbels e dal Movimento tutto per la Germania e per il suo Popolo.

PER ACQUISTARE IL LIBRO CLICCA QUI!!

**************

26 LUGLIO 1941 L’OLOCAUSTO DI TESEO TESEI E DELLA X FL MAS

Autore: Gianni Bianchi

Anno: 2011

Pagine: 180

Il Libro: Questo libro può essere considerato la naturale prosecuzione di un precedente volume che l’autore ha dedicato alla mitica figura di Teseo Tesei. 
Con il consueto stile discorsivo ed efficace, al quale ci ha ormai abituato nei suoi precedenti lavori, Bianchi descrive l’eroica impresa denominata “Malta 2” che la X^ MAS compì il 26 luglio 1941 contro la base navale inglese di Malta impiegando, per la prima e unica volta insieme, barchini ed SLC. 
Il libro ha il merito di rievocare il consapevole sacrificio degli uomini della Decima e di far emergere viva la tensione emotiva che durante i preparativi di quella missione caratterizzò gli stati d’animo degli operatori, desiderosi di infliggere finalmente un duro colpo alla piazzaforte inglese ma anche consapevoli dei rischi e delle difficoltà che rendevano aleatorio l’esito dell’impresa. 
Sono descritte in modo abbastanza dettagliato le attività svolte per organizzare e realizzare l’attacco e gli sforzi fatti da Tesei per poter essere della partita, dal momento che il piano originario non prevedeva l’utilizzo dei maiali. Nonostante il coraggio ed il valore degli operatori, l’anticipata scoperta consentita dai radar Inglesi e alcuni sfortunati imprevisti determinarono il tragico fallimento con un bilancio finale per la X^ di 15 morti e 18 prigionieri. Fu questo l’olocausto che Tesei, in un certo senso, si era augurato nel suo testamento spirituale: “Se affonderemo qualche nave, oppure no, non ha importanza, quel che importa è che noi si sia capaci di saltare in aria col nostro apparecchio sotto gli occhi del nemico: avremo così indicato, ai nostri figli e alle future generazioni, a prezzo di quali sacrifici si serva il proprio ideale e per quali vie si pervenga al successo”. 
A questo proposito va segnalato che l’autore, in mancanza di prove certe, si dimostra poco convinto della tesi più volte enunciata del “sublime suicidio patriottico” messo in atto da Tesei “spolettando a zero” la carica del suo maiale una volta giunto sotto il Breakwater viaduct. Nel libro viene quindi riproposta anche l’ipotesi formulata da Joseph Caruana, pubblicata nel numero di marzo 1994 della rivista Storia Militare: sulla base di una testimonianza degli artiglieri della difesa del porto, si afferma che Tesei, ormai in ritardo sui tempi prestabiliti e finito fuori rotta, nel tentativo di riportarsi verso il ponte, passò nel settore di tiro della postazione “G” di Sant’Elmo. A questo punto gli artiglieri, attirati da quella “piccola scia” che il maiale, navigando con gli operatori a quota occhiali, lasciava dietro di sé, spararono con il loro cannone uccidendo Tesei e il suo secondo Pedretti. 
La posizione del relitto dell’SLC ritrovato nel 1966 confermerebbe questa ipotesi.
Il libro è corredato da numerosi documenti e fotografie, alcune delle quali, di grande suggestione, sono state riprese ai giorni nostri nei luoghi dell’attacco in occasione di una cerimonia in cui è stata ricordata l’operazione “Malta 2”.

PER ACQUISTARE IL LIBRO CLICCA QUI!!

**************

I FRANCHI TIRATORI DI MUSSOLINI

Autore: Tadolini M.

Pagine: 206

PER ACQUISTARE IL LIBRO CLICCA QUI!!

**************

VESTA E IL FUOCO DI ROMA

Autore: P. Galiano

Anno: 2011

Pagine: 71

Il libro:

Per comprendere anche storicamente i riti di Vesta e la loro connessione con la Regia in quanto “focolare del Rex” è necessario esaminare brevemente la storia più arcaica di Roma, a partire dall’Età del Bronzo Recente, a quando risalgono cioè le prime testimonianze di un abitato sul Palatino, il germe della Roma Quadrata di Romolo . La trattazione segue di necessità ciò che racconta il mito, perché la storia di Roma è tutt’uno con i suoi miti, tanto da poter parlare di una “mitistoria”, cioè di una storia che si rivela attraverso il mito e che la ricerca attuale, in particolare quella archeologica, conferma con una sovrapposizione perfetta fra i due strati mitico e storico. 

Il termine “mito” va inteso nel suo reale significato, non “fantasia”, accezione che viene data nell’ambito della cultura moderna per ignoranza della sostanza delle parole, ma secondo la definizione di Attilio Mordini: “Il termine mythos significa, almeno nel senso originario, parola, parola che si manifesta dal silenzio nell’atto segreto dell’iniziazione ai Misteri; e cela, ma al tempo stesso porge discretamente e rivela, la verità che nel gran silenzio primordiale è racchiusa”.
 
PER ACQUISTARE IL LIBRO CLICCA QUI!!
**************
MITOLOGIA DEL RITO

Autore: A.M. del Bello, D. Lanzetta, E. Albrile

Anno: 2007

Pagine: 80

Il libro:

Negli abissi della storia mediterranea, migliaia di anni prima di Cristo, filtrate attraverso la mitologia greco-latina e micenea, si attestano le radici della religiosità e della ritualità di un mondo ancora in contatto con le potenze della natura primigenie. Questo affascinante viaggio viene condotto da Anna Maria del Bello che indaga sulla simbologia Omerica riconducendo il viaggio di Odisseo da Troia ad Itaca, alle sue valenze simboliche primordiali. Un percorso assai simile viene condotto da Domizia Lanzetta, attingendo però alle fonti più arcaiche sul mito e sui culti di Dioniso per quanto riguarda la parte greca e all’affascinante universo dei Luperci e degli Hirpi Sorani per quanto concerne la ritualità romana. Una breve appendice di Ezio Albrile affronta poi il tema dell’impiego di sostanze enteogene, nella ritualità primordiale.

 PER ACQUISTARE IL LIBRO CLICCA QUI!!

**************

DIO PRESSO I ROMANI

Autore: Fasciano Domenico

Anno: 2014

Pagine: 148

Il Libro: Roma ha vissuto la sua religione maggiormente sotto la luce del DIO che sotto quella del MITO.
L’autore mette in luce le caratteristiche precipue della religione romana, che egli vede in primo luogo strettamente connessa alla politica. Dalla Regalità alla Reupplica, all’Impero.

PER ACQUISTARE IL LIBRO CLICCA QUI!! 

**************

GOVERNO GLOBALE

Titolo completo: Governo Globale. La storia segreta del nuovo ordine mondiale.

Autore: Perrucchetti, Marletta

Anno: 2013

Pagine: 326

Il Libro: 

Crisi economiche, rivoluzioni, guerre. Che cosa si cela dietro il rischio di crollo dell’Eurozona, la cosiddetta “Primavera Araba”, l’uccisione di Osama bin Laden, la guerra in Libia, i cablogrammi di Wikileaks, l’attentato di Oslo e Utoja e l’insediamento del governo Monti? Che cosa lega l’omicidio di John Kennedy all’assassinio di Olof Palme? Come fanno eventi in apparenza così diversi e distanti ad avere un’origine comune?

In questo saggio si svela per la prima volta in modo chiaro, completo e documentato, la storia segreta del Nuovo Ordine Mondiale, dalle sue origini a oggi: la genesi, l’ideologia e le tappe storiche, dalle origini della modernità all’attuale sfida militare che vede come terreno di battaglia il Medio Oriente. Chi ha coniato il termine e chi perpetua in segreto il disegno di instaurazione di un governo globale? Quali interessi si nascondono dietro questo progetto? Che ruolo hanno i membri di affiliazioni e gruppi occulti che riuniscono i protagonisti della vita politica, economica e finanziaria globali? Quale disegno si nasconde dietro la diffusione della tossicodipendenza di massa, fenomeni inquietanti e criminali come il satanismo, certi movimenti “culturali”, o di “controcultura”, come la “rivoluzione” psichedelica? In questo gioco di equilibri, quale obiettivo nasconde il progetto di instaurazione di un Governo Globale che lungo il suo cammino assoggetta i Popoli, fa cadere nazioni e governi come pedine di un complesso domino di cui non si riesce a vedere il disegno complessivo?

 PER ACQUISTARE IL LIBRO CLICCA QUI!!