Tana per Erdogan

135

isis turchia erdogan

Scoperti 18 campi di addestramento dell’Isis in territorio turco. La Turchia ha tutte le carte in regola per entrare nell’Unione Europea, visto che si comporta da perfetta potenza occidentale: addestra i terroristi che vanno a destabilizzare Siria e Iraq, bombarda i curdi e recita la parte dei difensori della democrazia.
Tana per Erdogan.

(www.ilgiornale.it)- L‘antiterrorismo di Ankara, in collaborazione con i servizi segreti dell’Uzbekistan e dal Tagikistan, ha scoperto a Istanbul alcuni campi di addestramento per le reclute straniere pronte a combattere per il Califfato.

Le autorità hanno fermato 53 stranieri tra cui 24 minori, tutti di nazionalità straniera alcuni uzbeki e altri tagiki. I campi, circa 18, sono collocati sia nella zona asiatica a Pendik che quella europea di Kayasehir. Per l’intelligence uzbeka i cittadini del Paese tra le fila dell’Isis sarebbero oltre 5mila.

Buone notizie invece sul fronte europeo. Secono il quotidiano turco Hurriyet, che cita fonti Natoil numero dei foreign fighters provenienti dall’Europa sarebbe sceso in modo sensibile, compensato però da quelli provenienti dalla Russia. Sempre secondo fonti dell’Alleanza Atlantica dal 2011 hanno aderito all’Isis oltre 30mila combattenti. Una delle voci di spesa del sedicente Stato Islamico rimane la propaganda. È stato calcolato che ogni anno il gruppo spende 1,2 milioni di dollari per le campagne di reclutamento sui social network. Si stima che ogni mese oltre mille nuovi combattenti entrino a far parte degli jihadisti di al-Baghdadi.