Laurea ad honorem per Napolitano: ma lui si ricorda quando andava a braccetto con Assad?

293
napolitano assad
Re Giorgio, si sà, è un amabile vecchietto. Uno dei più tenaci difensori della Costituzione italiana. Colui il quale ha liberato l’Italia dal berlusconismo, etc etc. Per tutti questi “meriti” Re Giorgio ha meritato da un’Università romana la laurea honoris causa in Storia. Perbacco: in storia?! Ma forse è quella la materia in cui Napolitano è più carente?! Proviamo ad aiutarlo noi.
Ricordi Giorgio quando durante il Fascismo facevi parte dei G.u.f. e vestivi la camicia nera? No. 
Ricordi, caro Giorgio, quando nel 1956 applaudevi ai carri sovietici che schiacciavano i patrioti ungheresi in rivolta? No, ancora non ricordi. 
Dai magari questa te la ricordi, visto che è successo solo qualche anno fa. Era il 2010, e ti abbracciavi con quello che di li a poco sarebbe diventato il super-cattivo Assad. No ancora non ricordi, caro Giorgio…
O forse non vuoi ricordare e con te tutta la classe politica che degnamente rappresenti.

(www.repubblica.it)- A Tor Vergata laurea honoris causa a Napolitano. Lectio magistralis del presidente emerito su “Identità nazionali, autocoscienza e nuovi orizzonti mondiali”. L’Università di ‘Tor Vergata’ conferisce la Laurea Honoris Causa in ‘Scienza della Storia e del Documento’ al presidente emerito della Repubblica Giorgio Napolitano.

La cerimonia è iniziata alle 11 presso l’Auditorium ‘Ennio Morricone’ della Macroarea di Lettere e Filosofia. La Laudatio è stata affidata a Silvio Pons, ordinario di Storia dell’Europa orientale. ‘Identità nazionali, autocoscienza e nuovi orizzonti mondiali’ il titolo della lectio magistralis di Napolitano.Presenti all’Auditorium la moglie del presidente Clio, il ministro per le Riforme costituzionali Maria Elena Boschi, il ministro della Cultura Dario Franceschini, il ministro per la Pubblica amministrazione Marianna Madia, le vicepresidenti del Senato Valeria Fedeli e Linda Lanzillotta, il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti.

Hanno partecipato, tra gli altri, Giuseppe Novelli, Rettore dell’Università di Roma “Tor Vergata”, Marina Formica, Coordinatore della Macroarea di Lettere e Filosofia, Franco Salvatori, Direttore del Dipartimento di Scienze storiche, filosofiche-sociali, dei beni culturali e del territorio.