Facebook censura chi critica la guerra di Hollande

296

hollande_sarkozy_napoleone-francia-guerraProprio così, se non ti piacciono i bombardamenti sui civili siriani come risposta agli attentati di Parigi, Facebook non ti fa parlare.

Capito come funziona?!

(www.rainews.it) – Per aver espresso i loro dubbi e riserve sulla risposta ‘bellica’ del presidente francese Hollande agli attentati di venerdì in Francia, lo scrittore Giuseppe Genna e Cecilia Strada sono stati sospesi per una settimana da Facebook. E’ lo stesso scrittore a dare la notizia sul suo account twitter scrivendo ” #Facebook ha cancellato un mio articolo contro la guerra, sospendendomi per 7 giorni”. Nel suo testo, Genna si rivolgeva al presidente francese prendendo le distanze, sin dal titolo – “Non in mio nome signor Hollande” – , dal “richiamo bellico, arcaico, e privo di conturbamento” risuonato nel discorso del presidente francese alle aule riunite del parlamento. Nello stesso giorno una misura di sospensione (poi rientrata) era stata adottata da Facebook nei confronti della presidente di Emergency Cecilia Strada che veniva invitata dal social a usare “un nome vero” cosa che, ha risposto ovviamente la Strada, “già facevo”. –