Terzo Quaderno di Raido | Formazione e Rettificazione

127

Aquila

Vivere un’esistenza permeata dai Valori spirituali significa possedere un diverso approccio con la realtà, affermare uno stile derivante dallo sforzo di superamento della natura umana vile e borghese, attraverso un inesorabile e radicale cambiamento. Per l’uomo di milizia diverso è il modo e la qualità di vedere le cose, diversa è l’attenzione in ogni azione che compie, in un costante misurarsi con le proprie responsabilità. In questo modo l’azione si traduce in “formazione”, cioè nel mettere ordine nella propria vita, e in “rettificazione”, cioè nella disciplina e nell’ascesi, conformando se stesso alla Tradizione, ad una norma spirituale che regola l’esistenza. Una legge che unisce la persona alla propria comunità, al popolo, alla stirpe, in un’appartenenza e in un’identità culturale.

(tratto da La Formazione del militante della Tradizione. 3. L’Uomo della Tradizione: Stile e Ascesi)