Terzo Quaderno di Raido | La Verità

101

Aquila

È bene precisare che, per quanto possano essere molti i modi di espressione o di avvicinamento con cui si definisce o si ricerca la Verità, l’essenza di quest’ultima non potrà mai essere disconosciuta e contraffatta, oppure ristretta ad un semplice relativismo: la Verità e la Giustizia rimangono, sempre e comunque, uniche, assolute ed universali.  Limitato e relativo, semmai, è colui che compie lo sforzo di conoscerla o realizzarla, poiché potrebbe deviare e ingannarsi. Il mondo moderno, in tal senso, con i suoi errori e orrori (individualismo, razionalismo, eguaglianza, utilitarismo, relativismo, ecc.), rimane intrappolato nell’inganno e nella menzogna in quanto, rifiutando l’assoluto e l’universale, nega la possibilità di conoscere la Verità e la Giustizia.

(tratto da La Formazione del militante della Tradizione. 3. L’Uomo della Tradizione: Stile e Ascesi)