Morti stupide su auto intelligenti

192
Le nuove auto Tesla con pilota automatico fanno la prima vittima, a causa di un errore nel sistema di riconoscimento degli ostacoli. Ma se l’uomo insiste nella sua pigrizia e nella sua sfrenata ricerca del progresso, affidando a macchine e robot anche i compiti più elementari, può lamentarsi di morire così? Il desiderio di abbandonare ogni soglia di attenzione, l’interesse a disfarsi dalla concentrazione e dall’impegno, incaricando un algoritmo di vivere la propria vita. Ma è vita, questa?! Di sicuro, è una morte moderna, una morte stupida.

automobile-intelligente-macchina(www.ansa.it) – Si è verificato in Florida il 7 maggio scorso il primo incidente stradale mortale di un’auto a guida autonoma negli Stati Uniti. Lo hanno reso noto le autorità federali statunitensi.

La vittima era il conducente di una Tesla S, che aveva inserito il sistema di guida automatica su un’autostrada nei pressi di Williston. Secondo la National Highway Traffic Safety Administration (NHTSA), la Tesla si è andata a schiantare contro un tir proveniente dalla direzione opposta, che stava svoltando a sinistra.

Tesla ha spiegato sul suo sito che né il conducente né il sistema di guida autonoma hanno visto il lato bianco del tir, che si trovava perpendicolare all’auto, contro un cielo particolarmente luminoso. “La particolare altezza del rimorchio – ha scritto l’azienda – combinata con la sua posizione attraverso la strada e le circostanze estremamente rare dell’impatto, hanno fatto sì che il modello S passasse sotto il rimorchio”.