In memoriam | Fine della seconda battaglia di El Alamein

370

el-alamein

3 novembre 1942

Cuori d’acciaio all’erta, il cielo è una pedana: «Folgore, Folgore, alalà!»

Cuori d’acciaio all’erta, il cielo è una pedana, smobilitare la brigata è una speranza vana
Lo spirito e la gloria dei paracadutisti supereranno certo anche questi anni tristi
Questa riforma truffa e i falsi volontari che insozzano questo basco per trenta vili denari
Non sono certo questi i veri volontari, vigliacchi e adiposi senza virtù militari!

El Alameim, El Alamein, mancò fortuna, non mancò valore!
La migliore gioventù d’Italia cadde sul campo dell’onore!
El Alamein, El Alamein, siamo noi gli eredi di El Alamein!
Noi che dal Libano in Somalia versammo il sangue per l’Italia!

A esercito e nazione uniti nella leva, la Folgore fu esempio di onore e gloria guerriera,
Ma questa porca Italia ci teme e ci disprezza per il nostro coraggio e per la nostra purezza
Combattere, morire ed essere processati, dall’odio dei vigliacchi ci sentiamo decorati,
Ma sono presidio eterno di questa nostra terra, ragazzi della Folgore assunti tra gli eroi!

El Alameim, El Alamein, mancò fortuna, non mancò valore!
La migliore gioventù d’Italia cadde sul campo dell’onore!
El Alamein, El Alamein, siamo noi gli eredi di El Alamein!
Noi che dal Libano in Somalia versammo il sangue per l’Italia!

(El Alamein, No Nobis Domine)