VIDEO | Interconnessi ed alienati

354

Siete lontani da casa e dai familiari sentendovi soli? Nessun problema, Gatebox ha progettato una waifu olografica che ci terrà compagnia. Si tratta di un congegno cilindrico (molto simile a una macchina del caffè americana) nel quale viene proiettata l’immagine tridimensionale di un personaggio in stile manga. Il dispositivo non solo è in grado di interagire e intrattenere le persone, ma anche interagire con una serie di dispositivi smart come telefono, TV, illuminazione, climatizzatore e altro ancora.Tramite una connessione internet potrà mandarci dei messaggi per allietarci la giornata ed essere comandata a distanza.
Che dire? Ecco l’ultimo esempio (è una trovata giapponese) di come la piega che sta prendendo l’influsso delle tecnologie sulla vita delle persone ha dei risvolti inquietanti.
L’eccessivo investimento emotivo  nella vita virtuale fa si che il rapporto “concreto”, umano va progressivamente scomparendo. Il conseguente trascuramento delle relazioni reali porta inesorabilmente alla degenerazione dei valori ed alla banalizzazione dei rapporti umani nonchè alla difficoltà dell’uomo contemporaneo di discriminare la verità dalla menzogna e di conseguenza cosa sia reale da cosa invece è illusorio.  
Mentre camminiamo a testa bassa, smartphone in mano, intenti a coltivare la nostra falsa vita virtuale, ci rendiamo conto del livello di straniamento dalla realtà che raggiungiamo, ma, soprattutto… di quanto siamo ridicoli?!