VIDEO | Riti satanici delle femministe

127
Dietro il Femminismo c’è una chiarissima mano sovvertitrice dell’Ordine, c’è la regia strisciante della Controtradizione. C’è il marcio di una donna ormai ridotta a ridicola pantomima della Donna vera, quella autentica. E lo scorso 8 marzo è andato in scena questo pietoso spettacolo, ossia una sorta di ‘contro-rito’ invocativo della Vulva, appellata con goffi appellativi, tipo “vulva umidissima” e “vulva pulsante, godi con noi”.
Al di là del fatto che queste messinscene, se decontestualizzate, farebbero veramente ridere, purtroppo queste pagliacciate contribuiscono a inquinare il clima psichico già pesantemente compromesso e rappresentano – ancora una volta – ciò contro cui occorre combattere, contro questi strumenti del demonio, questi arnesi della dissoluzione, queste luride bestie senza-dio che insultano il Divino per “godersi la libertà della vulva”.