Il sedicente stato ucraino rompe con la Chiesa ortodossa?

121
Forte preoccupazione in Russia: le spinte autonomiste dell’Ucraina, copiosamente foraggiate dagli USA e strenuamente combattute dalla Russia di Putin, potrebbero portare a uno scisma interno alla Chiesa ortodossa. Infatti, nonostante i fedeli siano uniti nella Chiesa ortodossa russa (parallelamente, la maggior parte degli ucraini si sente russo), il Presidente ucraino Porosenko sta spingendo per l’autocefalìa, ossia una sorta di indipendenza, della Chiesa ucraina. Conosciamo bene la religiosità del popolo russo: proprio su questo aspetto il furbo Porosenko sta cercando di colpire la Russia, dimostrando ancora una volta di non avere scrupoli, nemmeno di fronte al sentimento religioso dei fedeli.

(it.sputniknews.com) – 16/09/2018 – Chiesa russa potrebbe rompere legami con Costantinopoli se scisma ucraino approvato

Secondo l’arcivescovo russo Ilarion, solo gli scismatici non riconosciuti da nessuna Chiesa Locale vogliono l’approvazione dell’autocefalia.

La prestazione dell’autocefalia alla Chiesa ortodossa ucraina da parte dell’Patriarcato ecumenico di Costantinopoli legittimerà lo scisma dentro la chiesa. La riconosceranno solo gli scismatici visto che la Chiesa canonica non aveva chiesto indipendenza. Lo ha detto il capo del Dipartimento relazioni esterne del Patriarcato di Mosca. 

“Il presidente di quello Paese ha detto che in quanto l’Ucraina è uno stato libero anche la chiesa deve esserlo. Tuttavia, semplici credenti non vogliono rompere l’unità con la Chiesa ortodossa russa, la Chiesa ortodossa ucraina non vuole l’autocefalia e non l’ha chiesta”, dice Ilarion aggiungendo che la Chiesa ortodossa ucraina gode di una vasta autonomia nel Patriarcato di Mosca.

Costantinopoli dice che bisogna prestare l’autocefalia alla Chiesa ucraina e così sarà risolto lo scisma. E noi diciamo che l’autocefalia non risolverà ma aggraverà il problema  visto che i credenti ortodossi non volevano l’autocefalia e non la accetteranno, ha detto l’arcivescovo.

“Se Costantinopoli implementa il proprio piano di prestare l’autocefalia vuol dire che un gruppo di scismatici la otterranno… Certo che faremo delle contromosse però la tempistica di queste contromosse dipenderà dalla dinamica di svolgimento di questo piano, in altre parole, della legittimazione dello scisma ucraino”.