Re-Birth Day – distruggere il Natale

7
Non è notizia di oggi che i sani principi del Natale vengano sempre più oscurati da questo mondo. La Sovversione, cercando di combattere ed eliminare ogni richiamo e tensione verso il Sacro, fa utilizzo di ogni arma a propria disposizione. In modo occulto e altre volte in modo molto palese gli agenti del caos cercano di eliminare ogni Simbolo religioso. In Italia e in Europa in particolare l’attacco frontale è contro il Cristianesimo e le sue Radici Tradizionali.
E’ ormai all’ordine del giorno, infatti, il tentativo di eliminare simboli come il presepe o l’albero di Natale.
Questo è accaduto in una cittadina della provincia di Brescia, dove l’amministrazione ha deciso di sostituire i tradizionali simboli del Natale con il Rebirth-Day, “il giorno della rinascita”. Questa delirante festività si pone l’obiettivo di esaltare il “Terzo Paradiso”, definito dall’ideatore del progetto un terzo stadio del percorso umano, generando un rapporto equilibrato tra natura e artificio.
Queste costruzioni da film fantasy e da pseudo-artista, imbevute di contaminazioni new age e neo spiritualiste, dovrebbero portare al superamento di una festa divisiva come il Natale. Questi idealisti, non sanno che il Natale ha sempre rappresentato una festa di unione per tutte le culture e religioni precristiane, indoeuropee e non. Per Roma antica così come per i grandi monoteismi.  
Ma si sa, all’altare della vanità, ben incarnato dall’arte moderna, tutto questo è bandito. Se poi si riesce ad inserire anche un messaggio di pseudo buonismo, allora l’artista ha fatto bingo. È così che allora anche le miopi amministrazioni di una piccola cittadina di provincia si allineano a tutta questa triste vicenda. Cancellando il Natale.