IL CAFFE’ DI AURHELIO – L’espresso della settimana – 13

81
Cosa c’è di più piacevole che gustare una tazza di caffè consultando in pochi minuti una raccolta settimanale, rapida e veloce, di notizie, riflessioni, approfondimenti e video suggerita da chi da anni porta avanti una lotta di controinformazione nel solco della Tradizione?
Tutto questo nella nuova rubrica “Il caffè di AurHelio” curata dal Centro Studi Aurhelio.

FACEBOOK, LIBERTA’ DI OPINIONE E SUO REGOLAMENTO | A costo di andare anche contro le stesse regole che si è data, la responsabilità di chi gestisce la piattaforma italiana è palesemente non adeguata. Una riflessione dopo l’ennesima sconfitta giudiziaria. 
PER LEGGERE L’ARTICOLO CLICCA QUI!
 
 
 
IL FIGLIO ABBANDONATO COME UN PACCO RIFIUTATO STILE AMAZON | Il prodotto non soddisfa esigenze del consumatore e lui lo rispedisce al mittente.
“Si ostina a chiamarlo amore il Corriere della Sera, come se la determinazione fosse un suo sinonimo. Sì, perché quei genitori hanno speso soldi e fatto salti mortali per ottenere un figlio in provetta che naturalmente non arrivava. E si ostina a parlare di amore folle, nonostante la storia che si racconta sia quella di una coppia facoltosa dell’Emilia Romagna che di fronte alla prematurità di un piccolo (rischio maggiore quando i figli si producono in maniera innaturale) con possibili problemi futuri abbia deciso di abbandonare il “prodotto” difettoso. Tutto, ovviamente, in nome del politicamente corretto che vieta ogni giudizio («di fatto – si legge – lo abbandonano in ospedale in un travaglio emotivo impossibile solo da immaginare, figurarsi giudicare»)”.
PER LEGGERE L’ARTICOLO CLICCA QUI!
 
CRATOLATRIA PROGRESSISTA
Una persona di destra o di sinistra con un minimo senso della realtà, avrebbe un conato di vomito di fronte a questa foto.
La cratolatria di questa sinistra post ideologizzata, di fronte agli esponenti simbolo, del cinico capitalismo turbo finanziario, capaci di non fare una piega di fronte ad una montagna di morti per perseguire il loro lurido profitto, è rivoltante. Una montagna di morti, perché godono a fare esclusivamente cassa, sulla pelle degli esseri viventi.
Chi lo tollera, ne è complice.
A casa nostra vedrebbero l’inaugurazione del nuovo ponte, da una prospettiva diversa.
 
LA SOLUZIONE FINALEGli Yankee firmarono lo sterminio dei Sioux  | Il 1 Febbraio cade l’anniversario di una dichiarazione di guerra troppo spesso ignorata o non considerata come tale. Il 1 febbraio 1876 il ministro degli Interni degli Stati Uniti d’America dichiarò guerra ai Sioux “ostili”, quelli cioè che non avevano accettato di trasferirsi nelle riserve, dopo che era stato scoperto l’oro nelle Black Hills, il cuore del territorio Lakota.
PER LEGGERE L’ARTICOLO CLICCA QUI!
 
BAMBOLA TRANSGENDER | Il terrorismo psicologico sui bambini, continua la sua marcia inarrestabile. È dovere di ognuno di noi combattere la follia dell’ideologia Gender…
PER LEGGERE ARTICOLO CLICCA QUI!