La Repubblica spaccia libri-bufala

16
Le priorità de “la Repubblica”: pubblicare un libro per smontare le fake news di Mussolini. Peccato che il libro sia una bufala.
In quest’epoca in cui il giornalismo mainstream è a corto di idee, ogni tema è buono per provare a vendere qualche copia in più e giustificare così l’esistenza di redazioni e testate che è lo stesso mercato dei lettori ad avere sanzionato mediante una sistematica disaffezione e calo (drammatico) delle vendite. Eppure “la Repubblica” proprio non accetta il fatto di essere un giornale in caduta libera e punta tutto su un argomento di stretta attualità e inchiesta: Benito Mussolini. Un signore, morto ammazzato soltanto 75 anni fa, a cui il celebre quotidiano si appella per cercare di sbarcare il lunario. Poveretti. Ma quella che oltre a essere una ossessione (antifascista) è in realtà anche un business, visto che a breve in edicola uscirà un libro che pretenderebbe di smontare tutte le fake news di/su Mussolini. Non sarebbe vero, secondo questi illuminati giornalisti, che i treni arrivavano in orario, che erano state istituite le pensioni, che sono state realizzate le bonifiche etc etc. Tutte fake news, secondo loro. E secondo voi? Vox populi, vox Dei. Appunto.

 

La notizia qui.