In memoriam | Gaetano Alì

228
25 Febbraio 2012
In un mondo come il nostro, che precipita con moto sempre più accelerato verso l’abisso, ove il cambiamento sociale ed istituzionale, l’incostanza delle forme mentali nell’uomo ed il mutamento del suo costume avvengono come il susseguirsi delle stagioni, proporre modelli esistenziali che tendono alla fermezza e alla stabilità potrebbe sembrare anacronistico. Eppure sono i tempi come questi che richiedono nuovi modi di essere; ed è nei momenti come questi che la Tradizione mette in campo quella milizia, pronta ad intervenire quando la ruota del mondo sarà al massimo della sua corsa folle. Quindi, fermezza, stabilità, milizia: tre modi diversi per indicare un’unica natura, quella di colui che ha scelto di porre la Tradizione al centro del proprio essere.
(Gaetano AlìIndirizzi per l’Azione Tradizionale)