PENSIERI DI MARCO AURELIO – carattere romano, stile militante – 24

333
Pensieri – Marco Aurelio – LIBRO VI
“Se una cosa ti riesce difficile, non supporre subito che sia umanamente impossibile; ma pensa piuttosto che se una cosa è possibile e appropriata all’uomo, deve essere accessibile anche a te.”
Lunga è la strada che conduce sino alla vetta e numerosi sono gli ostacoli che ci si pongono dinanzi nel cammino. Rischieremo di impantanarci in paludi che ci inabisseranno nello scoramento, rallentando il nostro passo.
Rischieremo di lasciarci attirare dal ringhiare oscuro di fiere selvagge nascoste nell’ombra che ci colmeranno della paura di fallire. Rischieremo durante la salita di dubitare di noi stessi, di pensare di non essere in grado di sopportare la fatica, la sofferenza e il peso di cui ognuno di noi è invece destinato a farsi carico.
Sarà molto facile, dinanzi a queste prove, pensare che sia impossibile superarle. Pensare che ciò che costa fatica e che si ottiene solo con sacrificio, sia invece per noi impossibile da raggiungere.
E ancor più facile sarà per noi pensare che in quanto “impossibile” da raggiungere, allora addirittura non esista, come un cieco che non potendo vedere la Luce addirittura neghi non solo che questa esista, ma neghi addirittura il poter vedere!
Ma esiste per noi la Via per rendere possibile ciò che nella disperazione appare impossibile.
E’ la via del sacrificio, è la via dell’azione impersonale, è la via del dono incondizionato.
Solo tramite essa ogni cosa possibile diviene accessibile ad ogni Uomo.
Noi continueremo a marciare, rendendo grazie per la possibilità di elevarci che ogni sofferenza reca con sé.
Noi continueremo a marciare, senza dar retta alle meschine voci che vorrebbero farci abbandonare la lotta.
Noi continueremo a marciare, senza preoccuparci di se, come o quando raggiungeremo la Vetta.
Noi continueremo a marciare, poiché nonostante il peso che ci piega lungo l’ascesa, saremo mantenuti dritti dalla disciplinata adesione ai Principi della Tradizione e anche se saremo ciechi, non smetteremo mai di credere di poter vedere un giorno la Luce.