Oggi più che mai, salutiamo un eroe morto da eroe

1863

di Cesare Bruzzi Alieti (Mario Romano Mantegazza a sinistra nella foto)
Mario Romano Mantegazza è deceduto i giorni scorsi, tra l’indifferenza quasi generale degli organi d’informazione, ma la sua fine, così come la sua vita, è stata gloriosa e degna dell’uniforme che aveva indossato da ragazzo, durante la Seconda Guerra Mondiale.
Mario, abitante di Ponzano Magra – La Spezia, aveva novantatré anni, e nel mese di febbraio 2020, è intervenuto per difendere la sua badante dalla violenta aggressione dell’ex fidanzato di questa, cittadino rumeno, che era entrato nella sua casa di nascosto e il quale nonostante l’età del povero Mantegazza, l’ha buttato in terra e picchiato selvaggiamente, tanto che l’anziano è caduto in coma, e spirato dopo pochi giorni all’ospedale S. Andrea.
L’assassino, fermato dai carabinieri è stato subito rilasciato da un magistrato, ed è fuggito in Romania, e poi catturato solo venerdì scorso.
Romano Mantegazza a soli diciassette anni si era arruolato volontario nelle Forze Armate della Repubblica Sociale Italiana, per la precisione nel Gruppo Corazzato Leonessa della G.N.R. ed era presente con il suo carro armato Ansaldo M. 15/42 al teatro Lirico di Milano, quanto il Duce fece il famoso discorso.
È morto, dunque, da eroe, in un’Italia che non era certo più quella per la quale aveva combattuto, ridotta ora in rovine da settantacinque anni di politici ladri e corrotti, ma i Suoi e nostri Ideali lo hanno spinto ad un gesto glorioso, eroico e di estrema generosità, in quanto per difendere una donna inerme, non ha esitato a novantatré anni, a frapporsi tra la stessa e uno straniero violento e barbaro.
Il sottoscritto ha inviato la notizia a giornali e redazioni ma nessuno ha pubblicato, ad oggi, nulla; chiedo quindi a voi di farlo condividendo la notizia il più possibile.
Immaginate se fosse stato uno dei tanti presunti partigiani ad aver compiuto un gesto simile?!
Mantegazza era il Presidente Onorario, del Raggruppamento Combattenti e Reduci – Continuità Ideale della R.S.I. – sez. La Spezia.
Grazie a tutti voi anticipatamente Viva l’Italia, Mario Romano Mantegazza, PRESENTE!