Armati di KULTUR! Novità dagli scaffali

208

CONTRO LA FOLLA

Titolo completo: Contro la folla
Autore: Emanuele Ricucci
Anno: 2020
Pagine: 246
Il libro: cosa può sovvertire l’epoca in cui le emozioni governano il mondo? Ancor prima delle idee, bisogna recuperare gli uomini, i grandi assenti della contemporaneità.
Non c’è più tempo da perdere. Soggiogati e contenti, incapaci di reagire, replicanti schiavi del profitto. E se il sovranismo, oltre le bagattelle e le vicende passeggere dei leader politici, fosse una via utile nel rispondere a questa domanda? Può spettare al sovranismo – forse – il compito di riequilibrare questa sciocca adolescenza?
L’autore estende il significato di “sovranismo” e ritiene necessaria – al di là di ogni collocazione politica – la ricerca di una nuova integrità che sviluppi gli anticorpi alle follie del progresso, alla putrefazione degli individui in scatola e allo scenario infernale dell’uomo-folla.
Ciò che serve – in questo contesto liquido, globale e virtuale – è la volontà di edificare l’uomo sovrano di sé stesso. L’uomo (necessario) del futuro.
PER ACQUISTARE IL LIBRO CLICCA QUI!

CAOS GLOBALE

Titolo completo: Caos globale. Il ritorno della Russia e la crisi dell’Occidente
Autore: Giulietto Chiesa
Anno: 2017
Pagine: 446
Il libro: tra l’inverno 2013 e l’estate del 2015 abbiamo assistito in Ucraina a uno scontro drammatico e pericoloso che ha coinvolto anche l’Occidente e la Russia. Nonostante si sia cercato di addossare a Mosca la colpa della guerra civile tra le forze governative e i ribelli del Donbass, la responsabilità va cercata nella regia statunitense e nell’espansionismo occidentale. L’offensiva scatenata da Washington contro la Russia intende far saltare i delicati equilibri geopolitici, trascinando il mondo intero verso la guerra. La crisi politica, che doveva scoppiare a Mosca, è esplosa a Washington. Brexit ha inferto un colpo drammatico e imprevisto alle prospettive dell’Unione, mentre Germania e Francia si trovano di fronte a un euroscetticismo dilagante. L’Europa soffre di una crisi d’identità e i populismi acquisiscono forza. Giulietto Chiesa analizza gli equilibri odierni, l’inasprirsi dello scontro tra Occidente e Russia, la crisi in Ucraina, il fallimento del progetto europeista e l’elezione di Trump riproponendo la riedizione di “Russia addio” con un ampio capitolo introduttivo che contestualizza quello che 20 anni fa sembrava il crollo della Russia post-comunista e che oggi invece segna il ritorno di un protagonista sulla scacchiera geopolitica.
PER ACQUISTARE IL LIBRO CLICCA QUI!

LE CATEGORIE DEL “POLITICO”

Titolo completo: Le categorie del “Politico”
Autore: Carl Schmitt 
Anno: 2013
Pagine: 336
Il libro: curati da Gianfranco Miglio e Pierangelo Schiera, gli scritti di Carl Schmitt qui presentati coprono l’intera parabola di pensiero del filosofo tedesco: certamente uno dei più rappresentativi e controversi della cultura europea del Novecento. Il volume riunisce infatti i saggi più importanti della sua produzione politologica dal 1922 al 1953; si tratta di: «Teologia politica», «Il concetto del ‘politico’», «Legalità e legittimità», «I tre tipi di pensiero giuridico», «Il problema della legalità» e «Appropriazione / divisione / produzione».
Carl Schmitt (1888-1985) è considerato uno dei massimi filosofi del diritto e dello stato. Il Mulino ha pubblicato anche «Cattolicesimo romano e forma politica» (2010), «Sul Leviatano» (2011) e «Amleto o Ecuba» (nuova ed. 2012).
PER ACQUISTARE IL LIBRO CLICCA QUI!

A CHI FA PAURA RENÉ GUÉNON?

Collana: Sophia
Titolo completo: A chi fa paura René Guénon?
Autore: Carlo Corbucci
Anno: 2020
Pagine: 126
Il libro: già pubblicato in una prima versione, qui riveduta e aggiornata dall’autore, sulla rivista Heliodromos nel 2014, questo scritto si pone l’obiettivo di chiarire perché, detto con la chiarezza che questi tempi ultimi ormai richiedono, René Guénon, o meglio la Sua Opera, faccia paura a molti o forse a tutti. Come spiegato lucidamente dall’autore in questo agile ma incisivo saggio, l’Opera di Guénon fa paura perché, muovendo da una radicale e totale condanna della mitologia modernista, dall’individualismo all’illusione progressista, dallo scientismo al democraticismo, dal materialismo fino all’intera cultura moderna, colpisce tutti i ‘sacrari’ sui quali l’uomo moderno ha fondato i suoi illusori equilibri e le sue false ed erronee convinzioni. 
L’AUTORE
Carlo Corbucci, avvocato e romano di adozione, è un esperto di cultura islamica e studioso di metafisica. Già autore di varie pubblicazioni per i tipi di Irfan Edizioni, tra cui René Guénon e Ibn Arabi (2014) e Islam: sunnismo e sciismo dalla prospettiva metafisica e iniziatica dell’esoterismo integrale (2017), con il libro A chi fa paura René Guénon? inaugura la sua collaborazione con CinabroEdizioni
 
PER ACQUISTARE IL LIBRO CLICCA QUI!

MORIRE COL SOLE IN FACCIA

Titolo completo: Morire col sole in faccia
Autore: Vincenzo Podda.
Anno: 2005
Pagine: 382
Il libro: <<Sulla “bella morte” di Pavolini sono corsi fiumi d’inchiostro: è un’etichetta che gli resterà appiccicata per sempre. Poi se uno va a vedere bene, si accorge che la’ggettivo, quantomeno, è di troppo, che stona, che è pure riguardoso. A lui interessava in primo luogo “finire bene”, come andava ripetendo un pò a tutti quelli che lo incrociavano in quelle ultime, roventi giornate dell’aprile 1945. La Valtellina doveva essere appunto il posto dove “finire bene”. Non necessariamente doveva significare la morte, bella o brutta che fosse, anche se c’è da scommettere che nel calcolo ci stava e che comunque senza il fascismo, per Pavolini, avrebbe avuto un altro senso, o forse nessuno>>. Al di là degli stereotipi e dei conformismi della vulgata storiografia, ecco la prima analisi organica di quello che avrebbe dovuto essere il capitolo conclusivo di Salò.
PER ACQUISTARE IL LIBRO CLICCA QUI!

DECIMA MARINAI! DECIMA COMANDANTE!

Titolo completo: Decima Marinai! Decima Comandante! La fanteria di marina 1943-1945
Autore: Guido Bonvicini
Anno: 2016
Pagine: 268
Il libro: L’8 settembre 1943 la Xa Flottiglia Mas, unità speciale della Regia Marina, non si sciolse e non si arrese a nessuno, né ai tedeschi né agli anglo-americani, e mantenne il tricolore sul pennone della caserma di Muggiano alla Spezia. Nei giorni e nei mesi che seguirono, migliaia di italiani, già combattenti o giovanissimi che non avevano ancora prestato servizio di leva, uomini che non accettavano la resa senza condizioni e il ribaltamento di fronte, chiesero di arruolarsi nella Xa che di lì a poco aderì alla Repubblica di Salò. L’attività dei mezzi d’assalto, che era propria del reparto, venne affiancata dalle squadriglie dei Mas, delle vedette antisommergibili, delle motosiluranti, dei sommergibili tascabili. Ma il numero dei volontari che accorrevano da tutte le parti impose soluzioni nuove per l’impiego di questi uomini: furono costituiti battaglioni delle varie specialità e gruppi d’artiglieria, che s’impegnarono dovunque la loro presenza venne richiesta. L’opera di Bonvicini ricostruisce con ricchezza di dettagli l’organizzazione dei reparti di terra e di fanteria di marina della Decima, i complessi rapporti con i vertici della RSI e con i tedeschi, i combattimenti in cui furono impegnati nei due anni di guerra fino all’epilogo.
PER ACQUISTARE IL LIBRO CLICCA QUI!