Armati di KULTUR! Novità dagli scaffali

255

LO SPIRITO DI ROMA IN CINQUE EPISODI

Titolo completo: Lo spirito di Roma in cinque episodi
Collana: Paideia
Autore: Rutilio Sermonti
Anno: 2020
Pagine: 78
Il libro: i cinque episodi raccontati attraverso le immagini e le parole di Rutilio Sermonti ripercorrono la nascita e lo sviluppo della vocazione imperiale di Roma, dal solco tracciato da Romolo sino al passaggio del Rubicone di Cesare, rievocano le gesta di coloro che, come Caio Duilio, inaugurarono la missione romana nel Mediterraneo, e riabilitano il contegno tenuto da uomini come Ponzio Pilato, nel suo cruciale appuntamento con l’imperscrutabile disegno divino. Pochi ma intensi e significativi attimi della storia romana capaci di illuminare il valore metastorico della sua missione, di cogliere alcuni passaggi salienti della costruzione di una civiltà che fu innanzitutto espressione di un modello umano prim’ancora che militare, politico e giuridico.
Rutilio Sermonti nasce a Roma il 18 agosto 1921. Compiuti gli studi classici, parte volontario per il secondo conflitto mondiale sotto le insegne della Repubblica Sociale Italiana, prima con il grado di sergente e poi con quello di ufficiale. Instancabile militante dell’idea, entra nell’agone politico con il Movimento Sociale Italiano, poi come animatore del Centro Studi Ordine Nuovo e, infine, come sostenitore di numerose altre iniziative politiche. Avvocato, scrittore, pittore, storico, pubblicista, conferenziere, ambientalista conservazionista, fine artigiano della ceramica e della terracotta, zoologo, è stato autore di centinaia di articoli, saggi e interventi per numerosi quotidiani, riviste e periodici. Come artista paleontologo, ha collaborato con i maggiori musei nazionali per la realizzazione di modelli di animali in particolare preistorici. Guida e orientamento, anche e soprattutto per i più giovani, ha svolto la sua infaticabile attività di conferenziere e scrittore per tutta la sua permanenza terrestre, fino a passare oltre in Ascoli Piceno il 14 giugno 2015, dopo aver trascorso gli ultimi anni della sua vita nella pace di Colli del Tronto.
PER ACQUISTARE IL LIBRO CLICCA QUI!

IL CAVALIERE ROSSO

Autore: Lino Masserie
Anno: 2005
Pagine: 150
Il libro: Autobiografia romanzata.
Lino Masserie nasce in Germania da genitori italiani, nel 1934 si arruola volontario nelle SS Totenkopfverbande. La carriera lo porta nel 1942 al grado di SS Haumpt sturmfuhrer, in seguito si guadagna le insegne di Cavaliere della Croce di Ferro. Ferito piu’ volte, assume infine il comando del 3° Battaglione 6° Regg. Panzer-Granadier e guadagna altri prestigiosi riconoscimenti.
150 pagine -16 foto b/n formato 15 x 23 cm.
PER ACQUISTARE IL LIBRO CLICCA QUI!

COM’È DIFFICILE CAVALCARE LA TIGRE

Titolo completo: Com’è difficile cavalcare la tigre
Autore: Renzo Giorgetti
Anno: 2020
pagine: 144
Il libro: di fronte a un potere unico e totalitario quali sono gli strumenti migliori per organizzare una difesa il più possibile efficace? Quali gli orientamenti esistenziali ideali e pratici da assumere di fronte a una realtà in continuo e indecifrabile mutamento?
Le risposte date in quest’opera intendono affrontare proprio questi temi, in maniera originale, evitando l’inutile denuncia come i luoghi comuni, proponendosi invece come alternativa concreta per intraprendere un’edificazione personale e collettiva in grado di formare tipi umani il più possibile integri, compiuti, sani, abili alla sopravvivenza nell’ambiente sempre più ostile del Nuovo Ordine Mondiale.
PER ACQUISTARE IL LIBRO CLICCA QUI!

FASCISMO RIVOLUZIONARIO

Titolo completo: Fascismo rivoluzionario
Autore: Luca Leonello Rimbotti
Anno: 2018
Pagine: 504
Il libro: il Fascismo rivoluzionario – o “di sinistra” – è quella componente progressista del movimento mussoliniano che intende sovvertire l’ordine borghese, il capitalismo, la finanza internazionale e lo sfruttamento operato dagli usurai ai danni del popolo, al fine di edificare – sulle macerie del vecchio mondo liberaldemocratico – la giovane Civiltà del Lavoro, liberamente organizzata nell’ordine corporativo.
Contrario anche al brutale collettivismo comunista – limitato ad una visione materialista che nega ogni riferimento all’identità storico-etnica delle stirpi – il Fascismo rivoluzionario intende costruire una comunità di popolo nella quale vengano fusi – in una sintesi totalitaria – la modernità e la tradizione, il socialismo e il nazionalismo, le aristocrazie eroiche e le masse popolari.
Ostacolato e frenato dai reazionari e dai conservatori che “fiancheggiano” il regime e innescano il tradimento finale, il programma politico dei “fascisti di sinistra” – egemone agli albori della Rivoluzione – poté esprimersi pienamente soltanto nei pochi mesi della Repubblica Sociale Italiana, in una situazione resa drammatica dallo sfortunato epilogo bellico.
La mistica della lotta, la fede nel capo carismatico, la fiducia nel destino di gloria, l’eroismo guerriero e la fanatica fedeltà all’Idea sono alcuni degli elementi che fanno del Fascismo un fenomeno non solo politico, sociale o economico, ma anche spirituale, culturale e addirittura religioso.
Questo libro ripercorre le vicende, le idee e i protagonisti della svolta nazionale e sociale: dagli arditi della Grande Guerra ai legionari di Fiume; dai futuristi ai sindacalisti; dai primi Fasci di Combattimento agli squadristi; dai corporativisti ai giovani dei GUF; dalla scuola di Mistica Fascista alle Brigate Nere repubblicane, passando per i grandi intellettuali che abbracciarono l’ideologia della rivoluzione italiana all’ombra del littorio.
PER ACQUISTARE IL LIBRO CLICCA QUI!

Scontro con Ferdinando Camon

Titolo completo: Scontro con Ferdinando Camon
Autore: Franco G. Freda
Anno: 2019
Pagine: 48
Libro: Nell’aprile 1987 apparve sulla rivista “Nord-Est” uno scritto di Ferdinando Camon dal titolo “Incontro con Franco Freda”, protagonista del suo romanzo “Occidente”. A Padova Freda aveva una piccola libreria, unica per il materiale che vendeva, in gran parte introvabile altrove. Le Edizioni di Ar ripropongono l’intervista a distanza di un trentennio da quell’incontro.
PER ACQUISTARE IL LIBRO CLICCA QUI!

MICHAEL

Titolo completo: Michael. Diario di un destino tedesco.
Autore: Joseph Goebbels 
Anno: 2012
Pagine: 216
Il libro: È il 1929 quando la Franz Eher Verlag pubblica Michael – Diario di un destino tedesco, il romanzo scritto da Joseph Goebbels. In quell’anno, il futuro ministro del Reich è già responsabile della propaganda del Partito, è deputato al Reichstag, è Gauleiter della “rossa” Berlino ed è considerato uno dei più brillanti ed efficaci oratori dello NSDAP.
Unico romanzo di Goebbels – all’interno di una ricca produzione letteraria, fatta di diari, discorsi politici, articoli di giornale e persino una pièce teatrale come Der Wanderer (Il viaggiatore) – Michael ha avuto una genesi alquanto lunga, che abbraccia un lasso di tempo di una decina di anni.
Michael narra la storia di un giovane soldato tedesco che torna in patria alla fine del Primo conflitto mondiale, e si ritrova a fare i conti con la Germania sconfitta e umiliata di Weimar. Inizialmente s’iscrive all’università, dove incontra l’amore per la studentessa Hertha Holk, e dove comincia a sviluppare il suo pensiero, che si alterna tra lo strazio di vedere la devastazione fisica e morale della sua terra e il travolgente desiderio di aiutare il Paese e il popolo a risollevarsi. Un desiderio che è permeato di ideali socialisti e che lo spingerà ad abbandonare gli studi per trasformarsi in lavoratore. Michael decide quindi di andare in miniera, per dedicare tutto se stesso al sogno di risvegliare il popolo, poiché soltato un lavoratore può parlare in maniera credibile ad altri lavoratori. Qui il suo destino si compirà. Inesorabilmente. Non prima però di avere incontrato – a Monaco, durante un comizio – l’uomo destinato a cambiargli la vita e che vedrà come faro e guida della nuova Germania e dell’Uomo nuovo: Adolf Hitler.
Citazioni dalla quarta di copertina:
«Sono i soldati, gli studenti e i lavoratori che costruiranno il nuovo Reich. Io sono stato soldato, ora sono uno studente e voglio diventare lavoratore. È necessario che attraversi tutti e tre questi stadi per mostrare la via da seguire. Mi è stato negato il diritto alla parola, ora per me è venuto il momento di agire. Ognuno al proprio posto».
«Essere socialisti: significa subordinare il proprio Io alla Totalità, sacrificare la propria persona a favore della collettività. Nella sua piena accezione del termine, il socialismo consiste nel servire. È rinuncia per il singolo e soddisfazione delle esigenze di tutti».
«Sì, bisogna sacrificarsi. Non lo amo, ma devo. È necessario che io scenda nel profondo più infinito per poter poi risalire. Dobbiamo iniziare dal basso».
«In fondo, siamo tutti dei folli quando abbiamo un’idea in testa.
Fanatici dell’amore: spirito di sacrificio!
La vita è un sacrificio fatto al prossimo:
E il mio prossimo è colui che ha il mio stesso sangue.
Il sangue resta ancora il cemento migliore e più durevole».
PER ACQUISTARE IL LIBRO CLICCA QUI!