Comuni poveri e Poveri comuni

306

Poesia pubblicata sul sito di Heliodromos

Comuni poveri e Poveri comuni

Un aiuto generoso dato oggi

A chi è bisognoso senza appoggi

È l’unico modo per la società

Di esistere … … là, là, là

Il bisognoso si riconosce bene,

fa la dichiarazione dei redditi e si contiene,

si trova in una stanza

condivisa con tanta eleganza

il bisognoso quasi sempre è silenzioso

chiede poco o niente, rispettoso

chiede sempre di voler lavorare

in bianco e nero, deve comunque campare

trovare il bisognoso oggi è facilitato

a casa non ha oro … è disperato

non ha macchine luccicanti e potenti

posteggiate nei dintorni a fari spenti

se aiutiamo il bisognoso nella circostanza

ci ricorderà per sempre con fratellanza

Persino i Comuni ricchi stanno in povertà

Sono decimati, ammutoliti, in difficoltà

Sono diventati più al verde dei Comuni poveri

E sono accomunati dalla necessità di più ricoveri

Entrambi, non devono sentirsi immuni

Da un male cronico … i tanti Poveri comuni.

Questo male va curato bene adesso

Nei piccoli o nei grandi Comuni, è lo stesso

Se l’Europa non vuole sentire ragioni

L’Italia risorgerà, anche carponi

I poveri aiutati, in verità

Restituiranno con gratitudine alla società

Costituendo il nodo cruciale

Di una nuova Italia, Magistrale

Altrimenti, in questa crisi epocale,

tutti, ma proprio tutti, ci faremo male.

Ut