PENSIERI DI MARCO AURELIO – carattere romano, stile militante – 33

344

Pensieri – Marco Aurelio – LIBRO VIII

Prendi senza orgoglio, rinuncia senza difficoltà.
La via che conduce ad incarnare un retto agire è insidiosa e costellata di pericoli.
In questo mondo moderno, è fin troppo semplice essere portati a soddisfare gli istinti più bassi, gli appetiti più tellurici e così facendo esserne infine agiti.
È fin troppo semplice schierarsi esplicitamente contro i Principi della Tradizione, macchiandosi di infamia e discostandosi dalla Via Retta.
Meno esplicita ma ancor più colma di insidia è la situazione di colui che, seppur apparentemente parrebbe sforzarsi di aderire alla Tradizione, in realtà agisce soltanto per compiacere sé stesso.
Si atteggia a uomo differenziato scrutando la massa da un piedistallo, gareggia per essere Esempio, inconsapevole che per essere esempio bisogna innanzitutto Essere.
Costui agisce con attaccamento ai frutti del suo agire, alimentando con essi il proprio ego.
Egli giunge dunque nella situazione paradossale di chi, seppur di primo impatto riesca a rimaner distaccato dai frutti del suo agire, in realtà compiacendosi del suo distaccamento iniziale, vanifica il tutto.
L’unica Via Retta invece è quello del non-agire, la Via dell’Azione Impersonale, la Via che viene percorsa da coloro che aspirano a servire il Fronte della Tradizione.
Lungo tal Via si impara che i desideri e le passioni sono mutevoli e in quanto mutevoli non sono reali.
Cercando di soddisfarli un uomo non potrà mai realizzarsi poiché la apparente soddisfazione di uno di essi scaturisce automaticamente la “reale” nascita di un nuovo desiderio.
Il non-agire invece implica una rinuncia ai frutti dell’azione.
Una rinuncia che non prevede una fuga dal campo di battaglia, ma all’esatto opposto, è l’unico modo per uscirne vincitori.
Una rinuncia che è azione sull’autocontrollo, azione sul domare gli istinti, azione che imbriglia i propri desideri egoistici.
L’Uomo della Tradizione deve svolgere dunque il proprio dovere, in conformità ai Principi, senza pretendere una ricompensa, con la consapevolezza che nel caso sia destinato a riceverla, non deve compiacersene e deve esser pronto a rinunciarvi senza doverci pensare nemmeno un secondo.