PENSIERI DI MARCO AURELIO – carattere romano, stile militante – 36

223

Pensieri – Marco Aurelio – LIBRO VII

“Presto dimenticherai tutto; presto ti dimenticheranno tutti.”
Ogni cosa si trasforma, ogni pensiero svanisce, ogni sensazione muore.
E allora perché ogni uomo si affanna rincorrendo la vanità?
Perché ogni uomo adopera tutto se stesso per ottenere il futile?
Perché ogni uomo stima di massima importanza ciò che è mutevole?
Risponderai a questi interrogativi quando ti renderai conto di cosa è IMMUTABILE, di cosa è ETERNO, di cosa è VERO.
In quel momento i tuoi occhi vedranno davvero ciò che ti circonda.
Discernerai ciò che è reale da ciò che non lo è.
Sarai vigile sul fluire del tuo pensare.
Capirai la menzogna narrata dal pulsare dei sensi.
Osserverai silente questo fiume scorrere davanti a te e dentro la tua mente starai in guardia, pronto ad arginarne una eventuale piena.
Non potrai mai annegarvi dentro.
D’improvviso darai a queste contingenze il livello di importanza che gli spettano, e capirai che quella considerazione che non meritavano, gli era concessa solo a causa della parte più meschina di te stesso.
Ti renderai conto di tutto ciò che arriva e poi se ne va, finendo nell’oblio.
E allora potrai solo puntare all’essenziale, scrollandoti di dosso i macigni dell’ego, per attraversare con naturalezza il fiume del divenire.