Eutanasia a 1 anno: un altro passo avanti verso “la civiltà”

232

Abbiamo parlato spessissimo della finestra di Overton e delle strategie preferite dalla sovversione per introdurre nella società le idee più abiette e disgustose.
Idee abiette ma utili al piano di distruzione della vita e della Tradizione che sembra voler portare avanti ad ogni costo questa società dove tutto è misurato in base all’utilità e dove l’unica cosa superflua pare essere la vita umana
Non dovrebbe stupire quindi neanche più di tanto l’ultimo tassello incasellato nella legislazione nordeuropea in merito all’eutanasia infantile. Si sentiva la necessità, pare, di tutelare col diritto alla morte persino quegli esseri talmente piccoli da non essere in grado di decidere né di opporsi. 
Chissà se in un futuro non troppo lontano l’eutanasia sarà applicata ai negazionisti del covid o ai “fascisti” perché ritenuti incapaci di vivere nella petalosa civiltà del progresso illimitato… 

(tratto da electiondaynews.it) – Paesi Bassi, sì all’eutanasia per i bambini malati terminali sotto i 12 anni di Riccardo Izzo 

Il Ministro della Salute olandese Hugo de Jonge, membro di spicco del partito cristiano-democratico CDA nel governo guidato dal liberale Mark Rutte, ha annunciato l’accordo nella maggioranza su un regolamento che estende la possibilità di ricorrere all’eutanasia anche ai bambini malati terminali tra i 12 e 1 anno di età.

La decisione arriva dopo mesi di intenso dibattito interno e circoscrive il ricorso all’interruzione della vita ai soli casi di malattie gravi, incurabili, mortali ed estremamente dolorose, d’intesa con due medici e previo consenso informato di entrambi i genitori.

de Jonge ha affermato che è necessario un cambiamento nelle normative per aiutare “un piccolo gruppo di bambini malati terminali che soffrono senza speranza e in modo insopportabile”.

Secondo lo studio commissionato dal suo Ministero, la stima dei casi interessati dalla nuova regolamentazione si attesta tra i 5 e i 10 all’anno. L’84% dei pediatri interpellati da tre ospedali universitari ritiene necessario introdurre la morte assistita nell’ultima zona franca del diritto, quella dagli 1 ai 12 anni.

Si tratta, difatti, dell’unica fascia di età dove l’eutanasia non era ammessa.

Il quadro legale

In Olanda l’eutanasia è autorizzata per legge per i maggiorenni alle seguenti condizioni:

  • Insopportabile sofferenza del pazienza
  • Nessuna prospettiva di miglioramento 
  • Consultazione con un dottore, diverso dall’autorizzante, che confermi la condizioni di cui sopra
  • Richiesta volontaria e pienamente conscia del paziente
  • Conoscenza da parte del paziente delle sue condizioni e delle alternative

Condizioni richieste per i ragazzi di età tra i 17 e i 18 anni:

  • Le medesime prescritte per i maggiorenni
  • L’aver informato preventivamente i propri genitori

 

Condizioni richieste per i ragazzi di età tra i 12 e i 16 anni:

  • Le medesime prescritte per i maggiorenni
  • Il consenso informato di entrambi i genitori

In tutti questi casi il Pubblico Ministero sarà informato soltanto qualora una commissione medica provinciale ritenga che la procedura sia stata conclusa in violazione delle condizioni richieste dalla legge.

Formalmente la legge non include la fascia di età dalla nascita al compimento del 1° anno.

Tuttavia un protocollo realizzato dall’ospedale universitario di Groningen nel 2004 dopo una consultazione con avvocati, associazioni di genitori e il Procuratore distrettuale locale, approvato nel luglio 2005 dall’Associazione olandese di pediatria, garantirebbe l’irresponsabilità penale ai medici eseguenti la pratica di interruzione della vita quando vi sia:

  • Consenso informato dei genitori
  • Diagnosi e prognosi certa, confermata anche da un ulteriore medico oltre il diagnosticante
  • Quadro clinico grave, senza speranza e che arrechi insopportabile sofferenza
  • Esecuzione della pratica secondo standard medici

Il Pubblico Ministero deve essere in ogni caso informato dell’avvenuta eutanasia ma la casistica ad oggi dimostra come i medici che abbiano seguito alla lettera il Protocollo di Groningen non siano mai stati perseguiti.