Il senso del “Pudor” nella società moderna

417
pudoreIn una società arrivata quasi alla sua autodistruzione non può che non mancare il pudore. Pudore, dal latino Pudor, sentire vergogna, è quel senso che ci fa capire dove sia il limite che non va oltrepassato.
Oggi più che mai questo limite viene oltrepassato, soprattutto dai giovani, i quali forti della loro ignoranza storica ed ideologica, ed istruiti da pseudo paladini dei diritti quali i diversi influencer, si fanno portavoce delle nuove dottrine atte alla distruzione della Civiltà. Molte persone ascoltano questa gioventù del decadimento con molta attenzione, come se fossero dei filosofi, dei saggi, poiché riportano qualche notizia pompata con elementi di razzismo, omofobia ecc…
Gli stessi ragazzi di quest’era si abbassano a situazioni di disagio e di perdita totale di questo senso del ritegno con perfetti sconosciuti, o addirittura pubblicamente  – in televisione o su internet  – con i quali cominciano a confidarsi delle cose più intime, solo per la voglia di parlare con qualcuno o per mettersi in mostra davanti ad uno schermo. Gli stessi che si vogliono fare i duri sui social, e poi vanno a piagnucolare dalla prima persona che gli capita, senza chiedersi: “Ma io con questo che rapporto c’ho?”.
Il Pudor è quindi ciò che ci fa vergognare e cercare una sorta di ritegno quando si parla di cose personali ed intime. Nelle stesse pubblicità si sente parlare dell’abbandono del pudore per non cascare in stereotipi. È il caso di una nota azienda di assorbenti, la quale per pubblicizzare i suoi prodotti cerca di annullare il senso della vergogna, portando le due attrici a spiegare come sia da arretrati evitare di parlare pubblicamente delle proprie mestruazioni. Tutto ciò per non incappare nei soliti “stereotipi” che i vari movimenti femministi creano per poi cercare di distruggere.
Tutto ciò va a dimostrare quanto ormai il singolo non si faccia scrupoli a parlare liberamente di ciò che un tempo se detto portava alla vergogna. Quindi in un contesto sociale del genere nel quale il vergognoso diventa onorevole e viceversa, sembra quasi che sia inutile parlare con persone chiuse nella loro ignoranza e che non ne vogliono sapere della verità. Ma questo non è un modo consono di affrontare le diverse situazioni per chi intraprende la via della Tradizione: chi persegue questa via e quest’Idea non deve abbattersi e scoraggiarsi, combattere fino alla fine, ignorando le lusinghe e le tentazioni che provengono dalla distruzione che impervia attorno a noi, sempre tenendo conto dei Valori e del Pudor ormai perso.