Natale, è nato il… vaccino!

276

Scherziamo, ma non troppo. Siamo seri, ma disincantati.
Non lo avete notato? Non avete visto cos’è successo il 25 dicembre 2020, il giorno di Natale 2020? Ma sì che lo avete visto e, no, non è stato il giorno di Gesù Bambino. E’ stato il giorno del vaccino.
In questa ridicola parodia del sacro, non affatto casualmente, il giorno di Natale è arrivato il vaccino, con tutta la compagnia festante e applaudente al “salvatore”. Non è un caso: l’obiettivo era – se ce ne fosse bisogno – ridimensionare ancora di più il vero Natale di Gesù Bambino.
E guardate quanti parallelismi:
Potremmo continuare ancora per molto, ma già tutto questo è sufficiente a evidenziare che tutta questa storia è un grottesco teatrino volto ad annacquare, annientare, svilire e ridicolizzare quel poco – ma infinito e invincibile – di Sacro che ancora permane in questo mondo con le ore contate. E, dunque, è ancora più importante sostenere e alimentare nei cuori la gioia e la carica rinnovatrice del Solstizio e del Natale di Gesù Bambino, contro ogni pantomima putrescente di un presunto “Natale del Vaccino”.