Tu non credere loro. Ma credi e conosci te stesso

510

Chiuderanno tutto, con la promessa di riaprire. Non riapriranno, perché non è andata come pensavano. Abbasseranno la tua saracinesca. Ti concederanno – magnanimi – un giro sotto casa e la spesa al mercato più vicino. Ti sentirai clandestino, in piena grazia, quando incontrerai i tuoi cari. Continueranno a dirti che non sei stato bravo, che non hai adempiuto correttamente alle disposizioni dei loro decreti e, quindi, decreteranno che tu sei il colpevole. Ti decreteranno un fine-pena-mai nella prigione del corpo e dell’anima. Renderanno tutti i tuoi giorni uguali e si faranno applaudire quando ti daranno, a pezzetti e frammentati, quei rimasugli e quei brandelli di libertà civile. Ti sentirai sconfitto, senza un senso al tuo presente, sradicato dal passato che fino a ieri ti ha tenuto in piedi e così accecato da non vedere futuro. Ti sentirai sprofondare sul divano dell’attesa, tolto dal tuo posto nel mondo.
Ma non cedere. Non credere loro. Provano in ogni modo a rendersi ‘diavoli credibili’. Scimmiottano forze che non hanno. Esibiscono muscoli di fumo di zolfo. Ti costruiscono una prigione di paure e delusioni, che però è solo virtuale e viene giù con una sola preghiera, con un solo moto di coraggio e di contrattacco.

Perché tanto si adoprano, tanto fanno, tanto si ingegnano ma nulla possono contro lo Spirito che è in te. Contro quell’invincibile scintilla di Dio che alberga nell’Intelletto del tuo Cuore. Universale, fuori dal tempo e dallo spazio, lo Spirito ride del caprone che costruisce il suo inferno su questa terra. Perché le fondamenta sono fatte del Nulla, sono l’Illusione. Che c’è e ci deve essere, ora deve essere così.
Lo dice la legge dei cicli del tempo che il buio debba venire. Che ci siano uomini e donne – come noi – chiamati a vivere questi tempi senza luce. Che quell’inferno sulla terra debba completarsi. Che quei diavoli provino a toglierti la Fede, la tensione verso il Sacro. E che tutti questi sforzi siano vani. Perché l’unica Realtà è lo Spirito. Da cui tutto procede.
Dunque, tu non credere loro. Ma credi e conosci te stesso, conosci lo Spirito, l’unica Realtà che dà senso a tutto.