Le vergognose linee guida per la manipolazione della lingua italiana

134
La follia galoppa al giorno d’oggi, non è una novità.
Ma diventa ancora più preoccupante quando le istituzioni se ne fanno fautrici e impongono scelte allucinanti e arbitrarie, attraverso una continua e sottile opera di propaganda.

Ne è un esempio grottesco questo documento governativo, pubblicamente consultabile, che distorce la lingua italiana in chiave asseritamente “antisessista”.

Si crea, così, una neolingua in cui non importa se Andrea, Mario e Luca sono arrivati con Silvia alla festa: sono 3 a 1, ma sono tutte arrivatE.