Heliodromos | Abuso d’autorità

202

Finalmente una pronuncia del Tribunale di Reggio Emilia afferma che non è possibile limitare le libertà individuali con un DPCM, cioè con un atto amministrativo. La sentenza richiama un principio contenuto nella nostra Costituzione che afferma che la libertà è “inviolabile“ e può essere limitata soltanto da una legge del Parlamento. Occorreva un giudice per ricordare ai nostri parlamentari che di fatto sono stati espropriati di una loro prerogativa costituzionale e che spetta a loro e non al Governo imporre limitazioni alla libertà e alla libera circolazione dei cittadini.
Continuano a ripeterci che la cosa più importante è salvare la vita e quindi non ammalarsi. La soluzione è “restare chiusi in casa”. In fondo per molti parlamentari salvare la vita significa salvare l’indennità e la propria poltrona. A pensarci bene la pandemia ha il merito di impedire un’incontrollata circolazione di una moltitudine di persone che finisce per creare più problemi di quanti ne possa risolvere la fine dell’emergenza sanitaria.
Trib. Reggio Emilia Giud. De Luca sentenza 54-2021 del 27-1-2021

Il sospetto è che la situazione tra varianti e vaccinazioni sia destinata a prolungarsi nel tempo, almeno fino a quando le persone non si abitueranno a passare il tempo libero a casa, con l’incontestabile vantaggio di avere città più pulite, meno inquinate e soprattutto più controllate.
A casa in fondo c’è la TV che ha il compito di intrattenerci, di “istruirci” e addomesticarci, evitando pericolosi assembramenti che in alcuni casi possono trasformarsi in proteste e contestazioni di varia natura.
A volere poi essere cinici e crudeli, ma comunque realisti, l‘avere liberato le nostre comunità di tanti anziani a causa della pandemia si traduce in un effettivo risparmio, in quanto trattasi di regola di persone improduttive che hanno costi elevati per il nostro sistema sociale e previdenziale. Tutto ha un prezzo, l’essenziale è evitare crisi di Governo e conseguenti elezioni politiche, occorre ad ogni costo salvare “l’indennità parlamentare” che per molti, si ripete, significa salvare la vita, altro che COVID.
Comunque con la vaccinazione, il passaporto sanitario e la moneta virtuale, sarà finalmente superata ogni possibile resistenza dovuta ad una “incontrollata circolazione”.
Non facciamoci illusioni, dopo le ore 22 tutti a casa, consapevoli che presto arriverà una “legge” che renderà inutile la pronuncia dell’Autorità Giudiziaria, e con l’unanime consenso del Parlamento legittimamente ci costringerà a stare in casa per salvarci dal COVID e dalle sue numerose ed imprevedibili varianti.
Saremo comunque liberi di cambiare canale nella propria TV e vedere il programma che più ci piace. Credetemi non è poca cosa!!! Basta Abituarsi!!! Tanti animali di allevamento da tempo si sono abituati a restare in gabbia, però mangiano a sazietà e per gratitudine ci regalano un uovo al giorno.