Armati di KULTUR! Novità dagli scaffali

107

AUGUSTO E L’IMPERO

Titolo completo: Augusto e l’impero
 
Autore: Pietro de Francisci (con prefazione di Mario Polia)
 
Anno: 2021
 
Pagine: 210 brossura
 
L’AUTORE
Pietro de Francisci (Roma 1883 – Formia 1971), insigne accademico e illustre uomo di Stato, fu fecondo giurista dall’alta sensibilità politica. Servì l’Università di Roma da Rettore e lo Stato da Ministro di Grazia e Giustizia. Epurato all’indomani dell’armistizio, fu poco dopo riabilitato all’insegnamento con il consenso unanime degli studiosi. Le profonde conoscenze della scienza giuridica di Roma e le nobili visioni sulla missione della Civiltà romana nel mondo fanno dei suoi studi e dei suoi discorsi un imprescindibile punto di riferimento e un sicuro faro luminoso per tracciare e guidare la formazione delle nuove generazioni.
 
IL LIBRO
Gli scritti di Pietro de Francisci, che in questa raccolta, alcuni dopo oltre un secolo, vedono nuovamente la luce, analizzano personaggi e fatti di quel convulso periodo della storia di Roma compreso tra le fratricide Guerre Civili e la costituzione del Principato augusteo. Dei due massimi protagonisti di quegli eventi destinati a  cambiare il volto dell’Europa e la storia d’Occidente, Cesare e Augusto, l’autore ricorda e interpreta il significato delle imprese e di entrambi traccia il profilo caratteriale evidenziando le doti carismatiche, la vocazione riformatrice retta da una sapiente visione, politica ed etica, rispettosa del mos maiorum e, insieme, confacente alle nuove esigenze culturali, sociali e storiche. Di Augusto, cui in modo speciale sono dedicati i saggi di questa raccolta, de Francisci evidenzia il ruolo di continuatore della renovatio coraggiosamente intrapresa da Cesare, con la quale il giovane princeps doveva impugnare saldamente l’aratro per procedere alla nuova conditio Urbis che sarebbe stata innanzitutto rifondazione della coscienza romana.
 
[Dalla Presentazione di Mario Polia] 
 

PER ACQUISTARE CLICCA QUI!

IL CAMMINO VERSO IL CENTRO

Titolo completo: Il cammino verso il centro

Autore: Nicola Dell’Aquila

Anno: 2018

Pagine: 222

Il libro: in questo volume traspare con immediatezza la facilità con cui Nicola Dell’Aquila percorre i sentieri dell’opera di René Guénon, tanto da iscriverlo nel novero dei profondi conoscitori del lascito del grande studioso francese.
Il coinvolgimento del lettore avviene immediatamente, perché il tipo di viaggio descritto dall’Autore non è consueto: fin dall’inizio si viene rapiti da un racconto presentato a tratti quasi romanzati per attenuare l’impatto con la profondità delle riflessioni. Lo sguardo verso la realtà per cercare di cogliere la sacralità dell’esistenza viene diretto prima verso le manifestazioni folkloristiche e le festività popolari poi, come in una graduale ascesa per la ricerca di se stessi, procede con la disamina profonda di alcuni aspetti, anche cultuali, della tradizione cristiana: il santo Natale, la Pasqua e il ricordo dei defunti esprimono la certezza di una verità rimasta impantanata tra le illusioni ideologiche del pensiero moderno.
Per questo motivo diviene incontestabile il riconoscimento della conformità alla tradizione primordiale, del patrimonio simbolico e dottrinale della cristianità e al tempo stesso il confronto con altre tradizioni spirituali come il taoismo, l’islamismo e l’induismo, e la certezza della loro concordanza verso un unico centro.
Il transito dalla ragione all’intuizione, già evidente sin dall’inizio della terza parte del libro, prepara a una tipologia di conoscenza non più mediata e discorsiva bensì diretta e integrale.
E se l’impatto con capitoli quali «La pace» e il «Il silenzio» è forte, l’«inutilità dell’ottenimento» di cui si parla nell’ultimo capitolo può scuotere, ma è solo l’effetto di ritrovarsi trasformati nel dominio della scienza dei princìpi universali, ossia la scienza iniziatica o metafisica.

PER ACQUISTARE CLICCA QUI!

LA VOCE DEGLI SPIRITI EROICI

Titolo completo: La vode degli spiriti eroici

Autore: Yukio Mishima

Anno: 2011

Pagine: 128

Il libro: La voce degli spiriti eroici, pubblicato nel giugno del 1966 come opera conclusiva di una trilogia (comprendente inoltre il racconto Patriottismo e il dramma Crisantemi del decimo giorno), è il resoconto di un drammatico rito a cui Mishima partecipò e in cui vennero evocati gli spiriti irati dei protagonisti di due degli eventi della recente storia giapponese che più profondamente impressionarono e influenzarono la vita e le opere di Mishima: la fallita rivolta dei giovani ufficiali che il 26 febbraio 1936 tentarono un colpo di stato per restaurare il potere assoluto dell’imperatore e l’epopea dei piloti kamikaze nella Seconda guerra mondiale. “L’assoluta purezza, l’ardimento, il sacrificio di questi giovani,” scrisse Mishima “tutto corrispondeva al modello leggendario dell’eroe, e il loro fallimento e la loro morte li trasformavano in autentici eroi”. “La voce degli spiriti eroici” è un racconto sconvolgente, che contribuisce in modo decisivo a illuminare il senso del tragico gesto con cui Mishima si tolse arditamente la vita il 25 novembre 1970.

PER ACQUISTARE CLICCA QUI!

FUOCO ANNO 1 N.1

FAI LA DIFFERENZA. LEGGI DIFFERENTE.
NASCE ‘FUOCO. INFORMAZIONE CHE ACCENDE’

…C’è ancora spazio per la carta stampata? Ed è una cosa folle fondare una nuova rivista?
No, non solo non è folle, ma è realisticamente rivoluzionario! In Italia ci sono più di 2000 riviste, tra settimanali e mensili, ma quelle libere si contano sulle dita d’una mano: da oggi contate anche noi di FUOCO.

Una rivista di carta, trimestrale, edita da Cinabro Edizioni, per sfuggire alla virtualizzazione dilagante che ormai pervade ogni ambito della esistenza terrena. FUOCO, uno strumento per in-formarsi al di là dell’informazione mainstream e politicamente corretta.

Nel Numero 1, FUOCO dedica uno speciale alla sharing economy: dopo la fine di comunismo e del capitalismo è questo il nuovo “fronte” del nemico? Risponderemo grazie agli approfondimenti di Cristiano Puglisi, Enzo Iurato e non solo.

Proseguiamo con una rassegna a trecentosessanta gradi per analizzare le forme più avanzate del Kali-Yuga: i “tempi ultimi” in cui ci dicono che #andràtuttobene, mentre tutto affonda. Parliamo di gender con Gianluca Marletta, del mondo post-Covid con Enrica Perucchietti e della Chiesa in crisi con Maurizio Blondet.

Parleremo della politica estera di Joe Biden con Claudio Mutti e analizzeremo il fenomeno QAnon, smontandolo pezzo per pezzo con Daniele Perra.

Senza dimenticare la Tradizione, grazie agli approfondimenti di Mario Polia, Elio Della Torre (Cinabro Edizioni) e Antonio Medrano.

La bellezza come strumento di riconquista è il tema dell’approfondimento di Massimo Pacilio (Edizioni di Ar) ed il cervello come “arma” quello di Decimo Alcatraz di Nemeton Media.
Spazio, infine, all’ironia dissacrante (ma serissima) con un’intervista esclusiva a Camemerati.

E tanti, tanti altri articoli e Autori nel 1° numero di FUOCO!   

DAL 10 APRILE ACQUISTABILE SUL SITO www.leggifuoco.it IN VERSIONE CARTACEA E DIGITALE. IN DISTRIBUZIONE (CARTACEA) DAL 15 APRILE. 

PER ACQUISTARE CLICCA QUI!

IL SOGGETTO SOVRANO?

Titolo completo: Il soggetto sovrano? Esoterismo e politica nel Novecento italiano: Julius Evola

Autore: Ingravalle Francesco

Anno: 2019

Pagine: 46

Il libro: Chi è “sovrano”? Chi non ha alcuno al di sopra di sé. Ma soltanto chi governa pienamente sé stesso non ha alcuno al di sopra di sé, e attrae con il rigore che egli applica a sé stesso. Il soggetto sovrano che mira al bene comune è l’Europa. E il bene comune non può attuarsi se non nella forma di una Europa sociale : in cui l’economia finanziaria sia subordinata al bene comune stesso e le “grandezze” economiche vengano sostituite da gerarchie politiche attente esclusivamente al bene comune.

PER ACQUISTARE CLICCA QUI!