Comunità Militante Furor | La donna oggetto del XXI secolo

216
a cura della Comunità Militante Furor

La donna pseudo emancipata del XXI secolo è sempre pronta a lottare per i suoi pseudo diritti ed è sempre pronta a sfoggiare la sua estetica nei concorsi a premi e sui social media.

Non ci sorprende quindi se questi concorsi finiscono addirittura in rissa; una donna che non ambisce più a niente potrebbe comportarsi proprio così. La donna oggi si sente libera, rivendica libertà talvolta dannose e ripone importanza in cose futili, quando invece viene soltanto mercificata anche tramite i concorsi di bellezza.

Millanta solidarietà femminile, ma come notiamo, spesso è il suo stesso genere che tende a scontrarsi nel nome dell’individualismo e dell’invidia. A questa visione della donna oggetto e non più madre, noi rivendichiamo la visione tradizionale che vede la Donna come essere in grado di compiere una volontà Superiore, di donarsi in modo incondizionato anche per la propria famiglia, mettendo da parte invidia e vanità.

Questo tipo di donna, mossa dalla fides, dona un amore che supera di gran lunga il vincolo umano e si eleva e trascende.


(Tratto da ilgiornale.it) – Finalissima delle miss finisce in mega rissa: lo strappo della corona

In Sri Lanka, durante una gara di bellezza trasmessa in diretta sulla tv nazionale, è andata in scena una vera e propria rissa sul palco. A trasformarsi in un vero e proprio ring è stato il palco del concorso di Miss Sri Lanka, svoltosi domenica. Ad accendere lo scontro è stata un’ex Miss, convinta del fatto che una delle finaliste dovesse essere squalificata. La concorrente che ha scatenato la rissa si chiama Caroline Jurie, vincitrice dello stesso concorso nel 2019.

Durante la premiazione di Miss Sri Lanka 2021, la Jurie si è scagliata contro la partecipante appena eletta vincitrice, Pushpika De Silva. La Miss 2019 ha infatti inveito contro la rivale, chiedendone la squalifica e strappandole la corona dalla testa. L’aggressione della Jurie è costata alla malcapitata delle lesioni al capo e tante lacrime in diretta televisiva.

La ex Miss si era scagliata contro la vincitrice appena eletta sostenendo che quest’ultima, ai sensi del regolamento della gara, non potesse proprio partecipare al concorso nazionale di bellezza, poiché divorziata: “C’è una regola”, aveva tuonato sul palco la Jurie, “che impedisce alle donne divorziate di partecipare, quindi metterò la corona sulla testa della seconda classificata”, per poi strappare la corona alla De Silva.

Per il momento, gli organizzatori del concorso continuano a riconoscere la De Silva come vincitrice dell’edizione 2021 di Miss Sri Lanka, ma, allo stesso tempo, hanno avviato degli accertamenti a carico della prima. Dalle prime indagini, evidenziano fonti giornalistiche, sarebbe emerso che la vincitrice incriminata avesse formalmente le carte in regola per iscriversi al concorso, dato che lei è solamente separata dal precedente marito, senza essere ancora effettivamente divorziata.