La bicicletta è la morte lenta del pianeta.

701

(Tratto da facebook.com) di Andrea Sartirana


Il CEO di Euro Exim Bank Ltd ha fatto riflettere gli economisti quando ha dichiarato:
«Un ciclista è un disastro per l’economia del paese: non compra auto e non prende soldi in prestito per comprarne. Non paga polizze assicurative. Non compra carburante, non paga per sottoporre l’auto alla necessaria manutenzione e riparazione. Non utilizza parcheggi a
pagamento. Non causa incidenti rilevanti. Non richiede autostrade a più corsie. Non diventa
obeso.
Persone sane non sono necessarie né utili all’economia. Non comprano medicine. Non vanno negli ospedali né dai medici. Non aggiungono nulla al PIL del paese.
Al contrario, ogni nuovo punto vendita di McDonald crea almeno trenta posti di lavoro, fa infatti lavorare dieci cardiologi, dieci dentisti, dieci esperti dietologi e nutrizionisti, oltre ovviamente alle persone che lavorano nel punto vendita stesso».
Scegli con attenzione: un ciclista o un Mc Donald? Vale la pena pensarci.
PS: camminare è ancora peggio. I pedoni non comprano nemmeno una bicicletta.