La donna ‘nuova? Brutta, antipatica e indefinita

396

Anche quelli di Victoria’s Secret – che ci avevano abituato a bellissime donne in passerella con indosso le collezioni di intimo femminile – hanno ceduto al diktat LGBT: d’ora in poi niente più top model – che erano, ad ogni modo – rappresentazioni della bellezza che sa esprimere la donna. Ci saranno al loro posto solo ‘persone’ che portano in giro organi sessuali femminili ma che faticano a definirsi donne. E in effetti anche noi facciamo fatica: la femminilità, per quanto il mondo moderno provi a diluirla in forme di gender astruse e diaboliche, resta sempre un principio di manifestazione, un carattere riconoscibile a prescindere, oggettivo e indiscutibile.
Calciatrici marines, femministe omoerotiche, donne ormonizzate senza limite resteranno sempre donne – checché ne dicano – ma nulla le porterà a essere esempi di femminilità.

(tratto da tgcom24.mediaset.it) – Victoria’s Secret, addio agli angeli: da oggi in lingerie le donne di successo. Una svolta radicale quella del colosso dell’intimo americano nel tentativo di riconquistare il pubblico femminile in calo da diversi anni

Dimenticate le piume, le modelle statuarie dalle altezze irraggiungibili e i volti da bambole perfette: da oggi Victoria’s Secret dice addio ai suoi iconici angeli. Una vera e propria rivoluzione del colosso della lingerie americano nel tentativo di riconquistare il pubblico femminile, da anni in calo e in cerca di nuove alternative. Al loro posto ci saranno sette donne famose, che hanno ottenuto successo in vari campi, dallo sport al cinema…e altrettanto bellissime. 

“Dobbiamo smetterla di essere quello che vogliono gli uomini”, ha detto Martin Waters, l’amministratore delegato di Victoria Secret, lasciando intravedere una “ridefinizione del sexy”.  Un cambio di direzione che arriva quasi due anni dopo la fine del titolo di Victoria’s Secret Angel e la successiva cancellazione dello spettacolo nel novembre 2019 a causa delle critiche sulle taglie delle modelle.

Al posto delle storiche “Barbie” ci saranno, tra le altre,  Megan Rapinoe, la 35enne campionessa di calcio e attivista della parità di genere; Eileen Gu, la 17enne sciatrice freestyle cinese-americana; Paloma Elsesser, la modella 29enne che è stata una delle poche taglie 50 sulla copertina di Vogue; e Priyanka Chopra Jonas, la 38enne attrice indiana e investitrice nel settore tecnologico.