Ogni viltà sui nostri morti è un’altra medaglia sul loro petto

121
Nulla ferma l’infamia di chi ha ereditato uno stile fatto di vigliaccheria e marciume.
Adesso, questi figli storti del niente aggrediscono la memoria di Uomini di Onore che riposano in pace, sfondando i loro loculi di sepoltura e trafugandone i contenuti.
Ma l’anima e lo spirito dei nostri Eroi è ben lontana da quel luogo: i nostri Ragazzi ridono di queste misere manifestazioni di viltà.