IL CAFFE’ DI AURHELIO – L’espresso della settimana – 17 – 2021

87

Una tazza di caffè e una raccolta settimanale, rapida e veloce, di notizie, riflessioni, approfondimenti e video, suggerita da chi da anni porta avanti una lotta di controinformazione nel solco della Tradizione: a cura del Centro Studi Aurhelio.

Dante Alighieri
| 13/14 Settembre 1321 – 2021 | In memoriam

 

Il VAMPIRISMO tra storia, mito e letteratura.
Cosa sottende l’immagine del vampiro? Un’indagine a cavallo tra racconti, romanzi, enigmatiche testimonianze e tradizioni ancestrali. Il mito del sangue e il suo valore celeste e infero; riti antichissimi e rimandi epici; Dracula di Bram Stocker e Carmilla di Sheridan Le Fanu; l’Oltretomba e il mondo intermedio; il vampiro nefando della tradizione e quello “sexy” dell’immaginario contemporaneo. E, per concludere, le testimonianze sul vampirismo moderno: dai divi di Hollywood …all’ufologia.
Con Gianluca Marletta e Mario Arturo Iannaccone.

 

DDL ZAN – Avanti così, fino alla vittoria
🔴 Il Senato ha deciso di *non calendarizzare la discussione del ddl Zan*: a conferma che *le priorità del Paese sono ben altre*‼️💪🏻Massima diffusione!

 

STORIA 

L’8 settembre del. 70 d. C. si ricorda la distruzione del secondo tempio ad opera dell’imperatore Tito. Questa invece, è la situazione attuale…

 

NO AL COMMERCIO DI ESSERI UMANI
BASTA COMPRAVENDITA DI BAMBINI
NO SFRUTTAMENTO DELLE MAMME
Alla fiera dell’utero in affitto di Parigi si sceglie anche la «razza» dei bambini

 

– CIBO SPAZZATURA
+ PIETANZE TRADIZIONALI
Iran, promuove cibi tradizionali e limita fast food

 

Il bambino in allattamento è morto con coaguli di sangue e le arterie infiammate a seguito dell’iniezione di Pfizer della madre, afferma il rapporto VAERS.
È il secondo caso noto di morte di un bambino allattato al seno.

 

IL COMMENTO DEL MARTIRE MOTAHHARI A UN FAMOSO DETTO DELL’IMAM ‘ALI:
“Giuro su Dio che se mi dessero tutto ciò che vi è sotto il cielo per opprimere una formica, togliendole dalla bocca la buccia di un orzo, non lo farei.”

 

Controllo mentale 

Perché la gente non reagisce? Perché non si combatte per difendere e tutelare i propri diritti? Perché davanti alla perdita del lavoro, ad un futuro incerto, ad un sopruso, ad una ingiustizia l’uomo si sente impotente tanto da alzare la mano su se stesso, piuttosto che cercare una soluzione? Perché anche davanti alla mano di un assassino non si tenta un’ultima e disperata fuga?

 

TERRORISMO NO VAX
La fiera delle banalità
Ormai la prevedibilità del regime è imbarazzante. Prendete questo articolo dell’Ansa. Racconta di un blitz della polizia che sarebbe stato eseguito contro i cosiddetti “no vax” su Telegram. Secondo la versione ufficiale questi “no vax” tramavano azioni violente su Telegram, ma non viene minimamente detto in quali chat o canali questi piani avrebbero avuto luogo. Quella alla quale stiamo assistendo appare come la classica operazione di infiltrazioni degli apparati dei servizi. Il regime crea chat e manda utenti su Telegram che veicolano messaggi violenti per poi accusare falsamente di “terrorismo” tutti coloro che si oppongono alla vera violenza del regime. Il regime stesso è arrivato alla condizione di dover creare la falsa violenza contro sè stesso per giustificare la repressione in quella che appare come una moderna rivisitazione della strategia della tensione praticata ai tempi della Prima Repubblica. Non sappiamo se questi blitz ci siano stati oppure no e se ci sono stati davvero possiamo dubitare delle reali motivazioni che li hanno giustificati. In ogni caso, non fa nessuna differenza. Quello che rileva è che non sanno più come fare per contenere il dissenso del popolo contro di loro. Quello che rileva è che hanno paura perché hanno perso il controllo delle masse.
Cesare Sacchetti

 

Trecentosessantagradi
A ‘SUA’ IMMAGINE E SOMIGLIANZA. LA TRACOTANZA DI ELON MUSK – 10 Settembre 2021

11 SETTEMBRE – Esattamente 20 anni fa, aveva luogo il più clamoroso e tragico INGANNO della storia contemporanea. Purtroppo, chi ha creduto che 19 arabi col tagliaunghie potessero mettere sotto scacco tutta la difesa USA e colpire pure il Pentagono, sono gli stessi che oggi possono bersi ogni tipo di fandonia.Basta che lo dica la tv.
Gianluca Marletta
Per NON DIMENTICARE e per capire:

 

IL BARBARIGO NON SI ARRENDE!
Di chi sono, alcune delle spoglie danneggiate e trafugate al Campo della Memoria di Nettuno.

 

Foibe:

Ascanio Celestini choc, ‘è il Giorno del non ricordo, cancellarlo da celebrazioni’

 

Il progetto tenebroso è molto rifinito
Praticamente, sul treno a lunga percorrenza puoi farlo con il green pass ma su quelli regionali e sulla metropolitana anche senza.
SIAMO AL REGNO DELLE TENEBRE

 

IMMIGRAZIONE QUALE RISORSA
Siamo quotidianamente in balia di pazzi criminali, senza protezione alcuna.

 

11 SETTEMBRE?
Era una famiglia innocente assassinata da Biden nell’attacco dei droni di Kabul

 

Santa Severa – Non si ferma l’opposizione del Comitato alla distruzione del Convento della Immacolata. Ricorso al Vaticano

 

LA GESTIONE DEL PERICOLO DEL TERRORISMO ISLAMISTA IN ITALIA
A ridosso dell’anniversario dell ’11 settembre, per chi ha pazienza e volontà di conoscere, proponiamo le modalità operative del potere e dei suoi bracci armati per occupare la narrazione sui media dominanti. In questo caso, è toccato a tre poveri pescatori egiziani, domani potrebbe toccare a noi. Antenne dritte.

 

Quella che presentiamo per la prima volta in Italia è la prima delle due parti di un documentario realizzato dal “Khane Mostanad Enghelab Eslami” e trasmesso a più riprese dalla televisione iraniana con il titolo “Aghaye Vakil” (Signor avvocato), dedicato all’impegno difensivo di musulmani accusati di “terrorismo islamico” in Italia da parte dell’avvocato Carlo Corbucci e di suoi validi colleghi.

Questa prima parte tratta del caso di tre pescatori egiziani arrestati nella città portuale di Anzio (RM) poco dopo l’11 settembre 2001, con l’accusa di progettare l’uccisione dell’allora Presidente USA G.W. Bush e attentati suicidi in diversi luoghi pubblici della città di Roma. Nel corso del documentario viene svelato il ruolo di alcuni agenti dei servizi di sicurezza italiani nel fabbricare l’accusa che ha portato ingiustamente in prigione per più di due anni i tre pescatori egiziani e la tenacia dell’avvocato Corbucci e dei suoi colleghi nel riuscire a mostrare infine la verità.

Corbucci è stato l’avvocato che ha patrocinato nei pool difensivi dell’80% dei processi di “terrorismo islamico” svoltisi in Italia; casi giudiziari che – insieme a indagini geopolitiche, storiche e sociologiche – il legale ha ben documentato nella sua voluminosa opera “Il terrorismo islamico – falsità e mistificazione” (Agorà, 2012).

Pubblichiamo questo esaustivo video di Friends of Palestine che evidenzia la drammatica situazione della Striscia di Gaza, aggravata oggi dalla diffusione del coronavirus.

 

Tombe profanate al Campo della Memoria, il governo deve rispondere: la memoria è sacra per tutti

 

Santa Marinella: al prossimo consiglio comunale si parlerà della prevenzione dei maltrattamenti nelle rsa, negli asili e nelle strutture di assistenza –