Racconto | La 19ᵃ covidERA

216
(tratto da www.heliodromos.it) – Era il 2019 quando un pugno di scienziati, nati proprio per dirigere il mondo verso la salvezza, si accorse che vi erano forme di vita piccolissime in grado di cambiare i comportamenti degli oramai obsoleti Homines Sapientes.
Questi uomini erano convinti di avere superato tutti gli ostacoli verso l’uguaglianza, la fratellanza, la libertà e di avere raggiunto la comunione di intenti in un paradiso terrestre.
Certo, ancora bisognava esportare tale paradiso in alcune zone della terra popolate da uomini cattivi, sicuramente meno Sapientes, che, via via, per l’effetto di una selezione naturale di bombe e droni spontanei, ad uno ad uno, stavano scomparendo.
Mancava veramente poco, ed ecco che comparvero i Re dei virus pronti a riscattare i propri sudditi che erano stati sconfitti da questi Homines Sapientes nei modi più strani.
Per millenni, infatti, i sudditiVirus erano stati scacciati a suon di anticorpi.
Ma, quando questi anticorpi si furono stancati, ecco che il Re dei virus colse l’occasione per colpire a morte l’Homo Sapiens.
Fu allora che, grazie agli scienziati spuntati dal nulla pieni di provvidenza, cominciarono a circolare gli Homines Vaccinantes [1], gli unici in grado di sconfiggere il ReVirus alfa e, via via, tutti i ReVirus fino a quell’oMEGA, cioè fino a quello più grande e più potente.
Da quel momento, al di fuori dell’Homo Vaccinans, nessun altro tipo umano sarebbe più stato in grado di sopravvivere.
________
  1. Uomini che si vaccinano 3 volte al giorno (non importa se prima o dopo i pasti).