Perché la Silicon Valley investe nella ricerca della ‘eterna giovinezza’?

186

Non è la trama dell’ennesimo remake cinematografico del “Dorian Grey” di Oscar Wilde ma un nuovo filone di investimento da parte delle big tech: l’industria legata all’eterna giovinezza.
Molte aziende della Silicon Valley, infatti, hanno deciso di investire in tecnologie per la riprogrammazione biologica come strada per ringiovanire le cellule in laboratorio e chissà, in un futuro non così lontano, allungare la vita umana.
Cosa c’è dietro questi investimenti?
Solo la remuneratività e la convenienza economica o una chiara, netta, visione del mondo fondamento sul rovesciamento di qualsiasi concetto di ordine e normalità?
Sicuramente non c’è nulla di normale nel cercare di prolungare la vita – come auspicano gli scienziati al lavoro – di almeno 50 anni.
E non può essere casuale che dietro a questi investimenti ci siano sempre i soliti (sinistri) nomi: Jeff Bezos (patron di Amazon) o Larry Page, il co-fondatore di Google.

www.ansa.it- Bezos fra i sostenitori della start up che vanta scienziati top.

La conquista dello spazio prima, l’elisir dell’eterna giovinezza poi. La Silicon Valley e i suoi miliardari scommettono su Altos Labs, la start up che sta lavorano a una tecnologia per la riprogrammazione biologica come strada per ringiovanire le cellule in laboratorio e chissà in future allungare la vita umana.

A sostenere la start up ci sono nomi eccellenti, secondo le indiscrezioni riportate da MIT Technology Review. Fra questi il fondatore di Amazon Jeff Bezos e Yuri Milner, il miliardario che ha fatto parte della sua fortuna con Facebook e Mail.ru.

Di alto profilo anche gli scienziati assoldati da Altos. C’è Carlos Izpisua Belmonte che ha previsto che l’arco di vita umano può essere allungato di 50 anni. C’è Steve Horvath, professore di Ucla e sviluppatore dell'”orologio biologico” che può misurare in modo accurato l’invecchiamento. Shinya Yamanaka, che ha condiviso nel 2012 il premio Nobel, sarà parte della start up pur senza essere pagato e guiderà lo scientific advisory board di Altos. La start up evoca Calico, la società contro l’invecchiamento fondata da Larry Page, il co-fondatore di Google. (ANSA).