Comunità Militante FUROR | diritto alla pedofilia e il futuro che ci aspetta

139

A cura della Comunità Militante FUROR


In un mondo in cui il sesso e i piaceri carnali prevalgono sull’Amore e sui rapporti sinceri e armoniosi, i casi di pedofilia e altre perversioni simili dilagano. Il caso più recente è successo a Pisa, ma sappiamo bene che episodi analoghi capitano ogni giorno senza fare notizia anche all’interno delle famiglie, nelle scuole, nelle palestre e in qualsiasi luogo. Parlare di sesso ormai è diventato quotidianità anche grazie ai social. Non vogliamo intendere che il sesso debba essere un argomento tabù; crediamo invece che se ne debba parlare ai ragazzi alla “giusta” età per fargli conoscere rischi e piaceri che derivano da esso, ma crediamo anche che i bambini debbano essere lasciati liberi da alcuni argomenti, senza alcun tipo di influenza. “Convertiremo i vostri figli”.

Questa frase è stata recentemente pronunciata da un “attivista” LGBT e non crediamo ci sia bisogno di altre parole per capirne il messaggio. Lo scopo di tali associazioni è quello di fare leva appunto sui bambini innocenti; se i casi di pedofilia adesso scandalizzano (e neanche più tanto), siamo quasi sicuri che da dieci anni a questa parte amare un bambino sarà un diritto sacrosanto ed inviolabile per gli agenti della sovversione!

La perversione sessuale è oramai all’ordine del giorno, social e politicamente corretto sono i fautori principali di questo fenomeno che vogliamo ovviamente condannare, continuando ad operare concretamente per ristabilire in noi un Ordine e una drittura.