I “nuovi schiavi” in bicicletta

197
Tratto da un celebre sito di reclutamento di “nuovi schiavi” per le consegne a domicilio. 
Tutto va bene: devi accettare di non avere garanzie contrattuali, di reggere ritmi impossibili, di rischiare la vita sulle strade di città nevrotiche.
Però devi essere inclusivo, qualunque cosa significhi, così magari accetti ancora più volentieri lo sfruttamento e… “perché non vogliamo disordini tra le fila di voi gentaglia”.

 

 

| Unisciti al gruppo Telegram di AzioneTradizionale > > > CLICCA QUI |