Cosa fai? Vuoi rimanere indietro aggrappato alle passioni?

320

Di seguito riportiamo un passo tratto dal libro di Ibn Atâ’ Allâh al-Iskandarî che in modo chiaro, preciso e puntuale ci ricorda quello che deve essere il compito di ciascun Uomo della Tradizione che tramite la sottomissione totale alla Volontà di Colui che decide serve il Principio conformandosi al piano Divino.
Conformarsi alla Volontà Principiale, non significa assunzione di un atteggiamento passivo, come erroneamente si può esser portati a credere. Come ci suggerisce anche il passo riportato qui di seguito, ciò non significa rinunciare all’azione ma estinguere la volontà individuale.
Tale estinzione infatti, costituisce una vera e propria attività interiore la quale, esteriormente, come ci indica René Guénon, deve necessariamente manifestarsi con una totale ritualizzazione dell’esistenza individuale. In tal modo, dell’essere individuale non rimane che una una traccia impercettibile, vale a dire il punto d’intersezione del piano orizzontale in cui si riflette l’«Attività del Cielo».

 

«Fratello! La carovana segue incessante la propria marcia mentre noi ce ne stiamo seduti.
Cosa fai? Vuoi rimanere indietro aggrappato ai desideri e alle passioni?
Questa stessa esistenza ti dice, con il suo linguaggio simbolico, che ogni essere è effimero.
La fine di questo cammino la vede solo colui che si libera dalla dualità,
che non si lascia sedurre dai desideri. Colui che percepisce la Verità prima ancora che le cose,
le vede sparire nel Suo Produttore. I Suoi segni sono Luci per chi è in cammino,
e realizzazione dei Segreti per colui che ritorna. Alzati!
Osserva gli esseri e le Luci che li avvolgono. L’alba della prossimità è la tua direzione.
Sii Suo “servo” e abbandonati nelle Sue Mani.
Guardati dalla tua volontà individuale, quale profitto puoi mai trarne?
Di cosa puoi disporre, se è qualcun altro Colui che decide?
Pensi di poterti opporre ai Decreti di Allâh? Abbandonare ogni piano
e ogni desiderio è il tuo vero scopo. Mi stai ascoltando?
Questo fu il modo di agire dei “servi” che ti hanno preceduto.
Raggiungili seguendo le loro orme. Che pianga se stesso chi cercò
la Verità senza avere l’aspirazione di coloro che amavano!
Che pianga se stesso chi si preoccupò di perderla.
L’ora giunse, ma lo colse distratto!»

 

(Chiarificazioni sull’abbandono della volontà individuale)