Vires VS Virus • pillole tradizionali contro il contagio della paura – 10

361
«Gli esseri umani sono anfibi: mezzo spirito e mezzo animale. […] Come spiriti essi appartengono al mondo dell’eternità, ma come animali sono abitatori del tempo».
(Le Lettere di Berlicche, C.S. Lewis – ed. Mondadori)
Questa è la descrizione dell’uomo che fa Berlicche a Malacoda. Una visione semplicistica che rappresenta nella sua sintesi due degli elementi che compongono la natura umana.
La parte spirituale è legata all’eternità in quanto rappresenta l’essenza divina insita nell’uomo. Essa ricollega e rende possibile la partecipazione al divino, che è principio di ogni esistenza.
La parte animale è vincolata al tempo perché legata alle forme materiali, terrene e transitorie. Essa è il corpo quindi la parte esteriore e grossolana dell’essere.
Questi due aspetti tra loro opposti e complementari (insieme all’anima), pongono l’uomo davanti all’opportunità di determinare verso quale parte tendere. Se far prevalere in sé la natura animale e istintiva oppure quella spirituale e divina.
Se lo Spirito porta l’uomo a tendere verso l’assoluto, il corpo è soggetto alla contingenza e alla mutevolezza. La congiunzione di queste due inclinazioni fa sì che l’uomo si agiti come in un movimento ondulatorio, ripetutamente interessato e disinteressato verso questo o quest’altro. 
In questa altalena di vivacità e torpore, di impegno e disimpegno, di euforia e apatia,  l’unica costante sta nella ripetizione incessante di interesse verso un settore o l’altro della vita. Un percorso di alti e bassi che traccia prima un grande attaccamento al lavoro, poi agli affetti, poi agli appetiti della carne, e così via. Non ci sono punti fermi ma solo nuovi o ricorrenti appetiti da saziare, di volta in volta.
La parte di Spirito che alberga nell’uomo è la presenza di Dio in lui, per questo il Diavolo vorrebbe comprimere questa essenza divina con la pesantezza del corpo. All’assolutezza dello Spirito, Lucifero contrappone l’individualità e la caducità del corpo.
Per quanto i diavoli proveranno a distogliere l’attenzione dell’uomo dalla sua tensione verso il Sacro e a deresponsabilizzarlo dalla sua natura spirituale, l’uomo di Fede riconosce nello Spirito l’unico principio da cui ogni cosa procede, prende senso ed è realmente Reale.