VIDEO | Le risposte sono davanti a noi

196
(a cura di Coscienza e Dovere)
Torna la rubrica Cine-TNT dove, attraverso spezzoni di film d’ogni genere vogliamo riflettere e mostrare che giustizia, ribellione e libertà non sono solo parole lontane, ma delle verità concrete, che si possono trovare anche in momenti tranquilli, come ad esempio nel guardare un comune film!

Oggi abbiamo una scena tratta dal film “Equals” ambientato in un mondo distopico ma non lontano dal possibile futuro di tutti noi.
In questa scena, il protagonista, Silas, parla con Nia – sua amata e co-protagonista – dopo aver passato con lei una notte d’amore. Nulla di strano, se non fosse che nella realtà in cui è ambientato lo sceneggiato, è proibito. Essendo considerati come un male equiparato al cancro, nessuno deve avere ed esprimere sentimenti, e chi scopre di averli deve dichiararlo al proprio medico, ricevendo così delle pillole e venendo segnalato alle autorità. Chi non guarisce dai sentimenti viene “curato” fino alla morte, e per questo, molti preferiscono il suicidio.
«Cerchiamo risposte sulla vita a ottocento milioni di miglia di distanza». Il film afferma una grande verità per noi spettatori che attraverso televisione, cellulari, scienziati e politici, siamo arrivati ad affidare la nostra vita agli “esperti”.                                     
Niente più viene ricercato nella realtà che ci circonda, ma tutto viene imboccato.
Impariamo cos’è giusto e cos’è sbagliato attraverso delle storie Instagram fatte dagli influencer o dalle notizie presentate dai “professionisti dell’informazione”.
E tutto questo non è forse già un assaggio sufficiente di una dittatura culturale e sociale?
Non esistono più delle scoperte o delle opinioni personali poiché assistiamo a tutto ciò che ci accade in modo indifferente, accettando le menzogne per non rischiare di essere giudicati, perdendo così il senso della Vita, della Verità e della Giustizia.
«Le risposte sono davanti a noi. Io so perché sono qui» conclude Silas.
Noi vogliamo tornare a dire che le risposte sono dentro di noi. Noi affermiamo che la rivoluzione è più vicina di quanto tu pensi!