IL CAFFE’ DI AURHELIO – L’espresso della settimana – 53

399
Una tazza di caffè e una raccolta settimanale, rapida e veloce, di notizie, riflessioni, approfondimenti e video, suggerita da chi da anni porta avanti una lotta di controinformazione nel solco della Tradizione: a cura del Centro Studi Aurhelio.

Crisi russo ucraina
La morsa stringente della censura soft del regime non consente eccezioni…
ORSINI – RAI > Contratto rescisso!

 

CinabroEdizioni
Nuova edizione del libro di Robert Brasillach con prefazione di Mario Michele Merlino.
Léon Degrelle e l’avvenire Di Rex

Ora che il National Institute of Health, Agenzia del Dipartimento della Salute del Governo Statunitense pubblica – udite bene – tra i farmaci per il possibile trattamento del Covid 19 anche l’Ivermectina e l’Idrossiclorochina ammettendo che:

1. abbiamo sempre avuto ragione nel sostenerlo – noi di IppocrateOrg e tutte le varie associazioni private di medici sparse in tutto il mondo;

2. che i giornalisti del mainstream che hanno divulgato il contrario o erano prezzolati oppure ignoranti ma ci hanno perseguitato in ogni modo (fatto salvo, per l’Italia, il giornale La Verità e il programma Fuori dal Coro che non hanno mai cessato di dire come stavano realmente le cose durante tutti questi due anni trascorsi);

3. che adesso che è stato raggiunto l’obiettivo di aver vaccinato quasi tutta la popolazione mondiale (con effetti a medio lungo periodo che appaiono presentarsi preoccupanti…cioè persone sempre più ammalate e sempre più consumatrici di farmaci…vedrete nei prossimi giorni l’intervista in esclusiva con Robert Malone che spiegherà esattamente gli effetti dei vaccini nell’organismo umano) e che il virus Sars Cov 2 è giunto alla fine della sua corsa, (solo ora, dopo due anni) si ammette tranquillamente che il Covid si può curare.

Questo perché il popolo dimentica facilmente. E se per i prossimi tre mesi le autorità diranno che l’Ivermectina cura il Covid allora il popolo crederà che sia sempre stato così (fatto salvo coloro che ci hanno rimesso in proprio o hanno perso un familiare a causa della scellerata tachipirina e vigile attesa).

Va aggiunto, però, che con un documento governativo come quello che troverete al link seguente, diviene più facile intentare cause o scagionare medici accusati di avere usato impropriamente tali farmaci (come è già avvenuto nello Stato Americano del New Hampshire che ha fatto cadere tutte le accuse contro qualsiasi medico che abbia utilizzato l’Ivermectina per curare il Covid).
Mauro Rango
IppocrateOrg

 

Crisi russo ucraina
SPEGNI LA TV, IL MEDIA SEI TU
Newsweek ammette: “Putin riduce al minimo le vittime civili”

 

SIA RINGRAZIATO IL CIELO
Furto nella Basilica San Nicola a Bari, ritrovati gli oggetti sacri

 

Non perdiamo la fede e la speranza
L’IMPERO TORNERÀ!
Nel segno dell’aquila bicefala

 

L’Aifa dice no alla quarta dose: la clamorosa decisione sui vaccini